Halloween: risse, botti, atti vandalici ed alcool. Il bilancio della notte brava

0
1297

FANO – La chiusura anticipata dei locali imposta dal Dpcm non ha fatto perdere d’animo i ragazzi vogliosi di animare il sabato sera a Fano, per i festeggiamenti di Halloween. Nella notte appena trascorsa c’è stato un tripudio di atti vandalici, alcol, urla, lancio di petardi e risse sfiorate tra giovani e adulti. Questa mattina i residenti si sono trovati di fronte uno scenario sconcertante in termini di sporcizia e degrado, in diversi quartieri della città divenuti teatro di feste e assembramenti. I nostri Reporter di Strada hanno inviato alla redazione decine di foto e di video per testimoniare l’accaduto. A Sant’Orso di Fano sono stati ripresi gruppi di minorenni senza mascherina, cassonetti dell’indifferenziata in mezzo alla strada e danni ingenti provocati a giochi, panchine e bidoni nel campo da Basket. Poco prima delle 18, nei giardini situati nei pressi della scuola elementare, sono stati vissuti momenti di tensione quando un uomo è venuto alle mani con un ragazzo. Sul posto la polizia locale, i carabinieri e la polizia di Stato. Gli agenti del Commissariato hanno multato quattro 18enni che non indossavano la mascherina. Sanzioni elevate anche dai vigili urbani a cinque ragazzi sorpresi senza i dispositivi di protezione. Sono in corso le indagini per individuare gli autori dei fatti accaduti nella notte.

Anche nel quartiere di Fenile alcuni giovani si sono ritrovati nel parco di fronte alla Chiesa: hanno ribaltato una panchina, rotto i bidoni della spazzatura e gettato a terra bottiglie di vetro, creando un pericolo per i bambini che questa mattina si sono ritrovati nello stesso posto per giocare.

“Quanto è successo è intollerabile” ha dichiarato il sindaco Massimo Seri, il quale ha assicurato che verranno presi provvedimenti verso chi ha compiuto questi atti di vandalismo. “Sono veramente arrabbiato – ha proseguito il primo cittadino – nonostante gli appelli e i decreti si sono creati assembramenti e comportamenti irresponsabili. Ci sono state scene da teppismo. Andremo fino in fondo e puniremo i responsabili. Questi non sono i ragazzi di nessuno – ha detto rivolgendosi ai genitori – sono i nostri ragazzi. Dobbiamo essere più severi e intervenire in modo deciso quando sappiamo che sono i nostri figli a comportarsi in questo modo. Se si interviene con delle punizioni esemplari, poi non vorrei che ci mettessimo a piangere perché sono dei bravi ragazzi. No – ha concluso Seri – sono stati degli sciocchi e hanno tenuto comportamenti sbagliati”.

“Con grande rammarico ricevo queste immagini (pubblicate da FanoTV) – ha scritto invece su Facebook l’assessore Barbara Brunori –  che evidenziano la mancanza di educazione e rispetto per le persone e le cose. Quello che si è danneggiato è un bene pubblico, un luogo che appartiene a tutti noi e questa sera è stato ridotto così dopo alcuni atti vandalici.
Come Amministrazione abbiamo investito importanti risorse in questo parco sportivo e ricreativo (di Sant’Orso) a favore di un Quartiere piuttosto che in altri spazi della Città.
Quelle risorse sono di tutti i cittadini di Fano. Ora per rimetterlo in sesto ne dovremmo utilizzare altre penalizzando altri interventi in nuovi spazi. Questo non è giusto e mi appello agli adulti ancor prima dei ragazzi. Eppure – ha concluso l’assessore – ci troviamo in un periodo storico dove la priorità è la salute e queste cose, per rispetto, non dovrebbero accadere”.

Video girato a Sant’Orso:

Foto scattate a Sant’Orso:

 

Foto scattate nel parco di Fenile:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here