Caos Tari: le imprese pagano le scelte sulla riscossione fatte dal Comune

1
220

FANO – Le parole di Francesco Panaroni e Tommaso Mazzanti sulla questione delle maxi-bollette Tari:  “Non ci sorprende affatto la spiacevole situazione in cui si trovano molte imprese fanesi riguardo alle cartelle TARI.

Al di là della quota di effettivo recupero di evasione che ci può essere in una operazione di questo tipo, l’accanimento nel tartassare il contribuente contestato dagli imprenditori è una situazione tipica che si presenta quando il servizio viene affidato a una ditta privata, cui peraltro l’amministrazione comunale ha garantito un aggio del 18% calcolato sugli importi riscossi.

È sconfortante che si torni a battere la cassa proprio durante un’emergenza pandemica che sta mettendo a dura prova il sistema produttivo e le famiglie, mentre l’Amministrazione spreca i soldi pubblici per studi di fattibilità inutili sul digestore e rendering della scellerata variante di Gimarra.

Purtroppo dobbiamo ancora prendere atto che nel 2017, quando si è trattato di sostituire la fallita Duomo GPA nel servizio, avevamo ragione noi a chiedere con insistenza, presentando anche una mozione in consiglio comunale, che il servizio di riscossione fosse fatto rientrare nella competenza degli uffici comunali preposti o, qualora questo fosse ritenuto impraticabile nel breve periodo, affidato non a una ditta privata, ma ad una società pubblica soggetta al controllo analogo da parte dei comuni soci, come ASPES. La risposta formale fu la bocciatura della mozione; quella informale, da parte di un allora autorevole esponente del PD, fu che non si voleva dare il servizio di riscossione in mano ai pesaresi.

La nemesi è che proprio gli imprenditori di Confindustria, paladini del primato dell’impresa privata sui servizi pubblici, oggi ne paghino le maggiori conseguenze. A questo si aggiunge un imbarazzante rimpallo di responsabilità, a quanto leggiamo sulla stampa, tra l’assessore Cucchiarini ed il Sindaco, quando la colpa ricade su entrambi e deve essere condivisa con tutti coloro che hanno votato per l’affidamento del servizio di riscossione dei tributi al privato. “

1 COMMENT

  1. forse se gli assessori avessero competenze e lauree idonee al ruolo che svolgono le cose andrebbero meglio…sarebbe ora di premiare il merito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here