Regionali 2020, l’abbraccio di Ceriscioli con Mangialardi (candidato del Pd)

0
237

Maurizio Mangialardi, sindaco uscente di Senigallia sarà il candidato alla presidenza della Regione Marche che la direzione Pd proporrà ai partiti e movimenti alleati di centrosinistra. Da oggi iniziamo quello che serve, parlare con i cittadini associati: se ci sono movimenti che riescono ad aggregarli e che rappresentano questa nuova spinta, insieme ai partiti della coalizione dobbiamo confrontarci e tenerli dentro un nuovo progetto per questa regione”. Così il sindaco di Senigallia e presidente di Anci Marche Mangialardi, al termine della direzione regionale Pd che lo ha ‘proclamato’ come candidato per la presidenza della Regione da proporre ai partiti e movimenti alleati di centrosinistra. Mangialardi ha parlto di un “momento di grande soddisfazione nel Partito democratico con una spinta importante del nostro presidente Luca Ceriscioli e il sostegno di Valeria Mancinelli e di Matteo Ricci“. Agli alleati dice: “siamo nelle condizioni di poter dialogare per valorizzare i grandi progetti che caratterizzeranno il centrosinistra futuro e loro saranno protagonisti, senza pregiudizi e con la disponibilità di chi in questi anni con ruoli diversi ha sempre dialogato anche con pezzi che non erano organici al Pd”. “Longhi ha fatto un grande lavoro per riscaldare animi che non sono riconducibili ai partiti – osserva rispondendo alle domande dei giornalisti sull’ex rettore della Politecnica Marche sceso in campo come ‘potenziale’ candidato del centrosinistra – e che dobbiamo confrontarci per trovare un modo per catalizzarli dentro questo progetto nuovo della Regione Marche”.

Nella foto: l’abbraccio di Mangialardi con Ceriscioli

Rispondi