Lavoro nero e alcool a minorenni: attività sospesa e multa

0
848

ACQUALAGNA – Lavoro nero e alcool ai minorenni: sospesa attività. È accaduto questa settimana ad Acqualagna dove, in seguito ad alcuni controlli ai locali di somministrazione di alimenti e bevande, è stato trovato un lavoratore senza la documentazione per il corretto e regolare esercizio dell’attività. L’indagine, eseguita dai Carabinieri della Stazione di Acqualagna, insieme al personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Pesaro e Urbino e dell’ASUR Area Vasta 1, ha avuto il fine di verificare le norme e le prescrizioni igienico – sanitarie, di prevenzione e contrasto al fenomeno della vendita di bevande alcoliche ai minori di anni 18 e dello sfruttamento del lavoro nero.
Da ulteriori accertamenti è anche emerso che nello stesso locale sono state somministrate bevande alcoliche ai minori di 18 anni. Per questi motivi, l’esercizio dell’attività è stato sospeso, mentre il proprietario è stato multato, con sanzione amministrativa.

Il cosiddetto “Binge drinkink” (cioè l’assunzione di più bevande alcoliche in un intervallo di tempo più o meno breve) specie tra i giovani, è un allarmante fenomeno che spesso ha infauste conseguenze anche nell’immediato (ad esempio causando incidenti stradali), oltre ai dimostrati danni psicofisici di lungo periodo.

 

Foto di repertorio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here