Il Garante Nobili in visita negli istituti penitenziari. Affrontato anche problema mascherine per i bambini

0
5

ANCONA – Emergenza sanitaria sempre in primo piano per il Garante regionale dei diritti della persona Andrea Nobili. Nuove visite negli istituti penitenziari marchigiani con i primi appuntamenti a Montacuto e Barcaglione di Ancona, dove al momento non risultano contagiati né i detenuti, né gli agenti direttamente operativi nelle sezioni.

Il Garante non manca di ricordare “l’importante lavoro svolto nei mesi scorsi dalla polizia penitenziaria che ha permesso di reggere all’urto dell’emergenza sanitaria. Come ho potuto verificare nella nostra costante azione di monitoraggio messa in atto sia in presenza che per via telematica, gli agenti hanno operato con serietà e attenzione anche sul versante della piena garanzia di diritti dei detenuti, nonostante la carenza degli organici che in questo difficile momento si fa sentire ancora di più. Tutti gli agenti sono costantemente sottoposti a tampone”. Nei prossimi giorni Nobili visiterà gli altri istituti presenti sul territorio marchigiano.

E non soltanto le carceri sono al centro dell’attenzione del Garante. Anche sul tavolo dell’Autorità di garanzia sono arrivate molteplici segnalazioni riguardanti la problematica della mascherina che sono chiamati ad indossare i bambini, a partire dai sei anni, nel corso delle lezioni scolastiche, così come previsto nel Dpcm del 3 novembre scorso. Unica eccezione per quelli con patologie o disabilità incompatibili con l’uso del dispositivo sanitario.  “Ho ritenuto opportuno – spiega Nobili – rivolgermi a degli specialisti del settore per avere un parere tecnico – specialistico in ordine alla sussistenza o meno di rischi potenzialmente correlati alla medesima mascherina per i bambini della scuola primaria, sia per quanto riguarda la salute fisica, sia per quella psico relazionale”. La lettera con richiesta di approfondimenti è stata inviata alla sezione marchigiana dell’Associazione Italiana di Pediatria e all’Ordine dei medici Chirurghi Odontoiatri della Provincia di Ancona.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here