Senigallia, patente sospesa per 5 anni a Massimo Renelli

1
1312

SENIGALLIA – La Prefettura di Ancona ha sospeso per cinque anni la patente di guida a Massimo Renelli, 47enne autotrasportatore senigalliese, agli arresti domiciliari con l’accusa di omicidio stradale aggravato dallo stato d’ebbrezza, che il 6 gennaio alla guida di una Fiat Punto ha investito e ucciso due donne che come lui avevano trascorso la serata nella discoteca “Megà” e camminavano sull’Arceviese, in un punto piuttosto buio. Dall’alcoltest cui era stato sottoposto appena dopo l’incidente, era risultato un tasso alcolemico di 2,02 g/l, quattro volte superiore al consentito 0,50 g/l. Renelli aveva riferito di non sentirsi alterato all’uscita del locale, di non aver visto le donne sulla strada e di aver chiamato il 113 dopo aver impattato contro qualcosa ed essersi fermato. Il Prefetto Antonio D’Acunto – dopo la direttiva del Ministro dell’Interno del 9 gennaio – invita di nuovo “gli utenti della strada a condotte di guida consapevoli e responsabili per non porre in pericolo la propria ed altrui incolumità”. Con riferimento all’incidente stradale del 6 gennaio, ricevuta la documentazione dalla Polizia Stradale di Ancona, “ha adottato il provvedimento di sospensione della patente di guida per cinque anni nei confronti del conducente del veicolo”. Nell’incidente sono morte Sonia Farris, 34 anni, ed Elisa Rondina, 43 anni, di Colli al Metauro.

1 COMMENT

  1. chi guida in stato di ebrezza o drogato e ammazza delle persone deve PERDERE PER SEMPRE la possibilità di andare in macchina ..userà bici o mezzi ..lui non muore ..gli altri si ..ennesima vergogna italiana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here