Protesta profughi, Campanella: “Solidarietà al proprietario del Plaza”

0
1494

FANO – “Se come credo, Alessandro Calamandrei proprietario dell’Hotel Plaza, ha chiuso temporaneamente le utenze, al solo scopo di attirare l’attenzione dello stato inadempiente nei suoi confronti, dico che ha fatto bene. Perché mai questo esercente dovrebbe fidarsi dello stato e di questo governo che da una parte obbliga i cittadini italiani a fare solidarietà ed accoglienza e dall’altra non assolve ai propri doveri di erogare le cifre messe a bilancio per l’accoglienza dei presunti profughi e dei clandestini? Sappiamo bene come si comporta lo stato con imprenditori e cittadini comuni. Pretende puntualità di pagamenti di imposte e balzelli, poi quando sono cittadini ed imprenditori a vantare crediti, lo stesso stato è latitante. Il ministro degli interni Alfano, assieme alla sinistra della Boldrini (Sel), della Kyenge e di Chaouki (parlamentari rispettivamente in Europa e a Montecitorio del PD) forse pretendono che gli albergatori facciano accoglienza esclusivamente con il proprio danaro? In questo caso, non sarebbe un servizio, ma beneficenza e quest’ultima non la si può imporre, esattamente come non si può imporre una convivenza forzata tra culture non sempre integrabili. Comincino questi politici a dare l’esempio ospitando nelle loro case e nei loro quartieri di lusso migranti, zingari e profughi e sono sicura, che la gente comune ne seguirà l’esempio. Diversamente, tacciano! L’amministrazione comunale fanese dimostri indipendenza dal governo abusivo nazionale di sinistra e sappia difendere il proprio territorio dall’invasione forzata e imposta dai propri referenti nazionali del PD, di Sel e di quelle forze di centrodestra, NCD in testa, che, anziché fare opposizione a questa politica fortemente discriminatoria degli italiani, fanno da stampella al governo Renzi”.

Margherita Campanella
(Segretario Cittadino)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here