Piero Riccardi a Fano per spiegare il legame tra cibo e agricoltura

9
1537

FANO – Il cibo proveniente dall’agricoltura spiegato a 360 gradi, partendo dal punto di vista teorico fino ad arrivare ad assaporarne il gusto e la genuinità. Sarà questo il filo conduttore della giornata di venerdì 20 maggio, organizzata dalla Proloco di Fano, in collaborazione con Enohobby Pesaro e l’amministrazione comunale di Fano. L’evento, in programma al Centro Pastorale Diocesano, può considerarsi come un’anticipazione di Fano Geo, manifestazione dedicata al agricoltura in tutte le sue sfaccettature (i dettagli di Fano Geo verranno annunciati in una apposita conferenza stampa).

La giornata di venerdì si aprirà con un’analisi dal punto di vista culturale dei prodotti della terra attraverso la presentazione del libro “Riprendiamoci il cibo” dello scrittore e agricoltore Piero Riccardi. L’autore, noto anche per aver collaborato ad importanti programmi nazionali come Report, Mixer e Rai Educational, sarà presente alle 18 al Centro Pastorale Diocesano dove spiegherà l’importanza della terra e del legame che si forma con il cibo. “Il ritorno alla terra riguarda il futuro e non il passato – spiega Riccardi -. Significa lavoro, prodotti di qualità e tutela dell’ambiente. Un’agricoltura che si concentra su una sana competizione per la qualità di ciò che si produce e sulla diversità, contro un cibo massificato e anonimo”.

Dal lato culturale del rapporto terra-cibo, si passerà poi a quello più pratico e gustoso. Protagonista in questa parte della giornata sarà lo chef Filippo Ciavarini, che tradurrà le teorie in gustose pietanze. Nella splendida location dell’agriturismo “Le Quiete Dimore” (Strada delle Campagne 7/1, Novilara) alle 20.30 si svolgerà la cena degustazione di prodotti tipici del territorio lavorati e rivisitati dal cuoco fanese. Parteciperanno alla serata numerosi giornalisti ed esperti enogastronomici tra cui Mara Nocilla del Gambero Rosso. Giornalisti e partecipanti avranno la fortuna di assaggiare un menù composto da un entree di piadina biscottata mozzarelle e crudo Alessi con stagionatura di 26 mesi; tagliolini con fave nostrane, guanciale marchigiano e pecorino d’Urbino; stinco di manzo al Sangiovese accompagnato da Cicoria e Fave fresche al Salto; zuppa inglese al cucchiaio come una volta. Il vino che accompagnerà le pietanze sarà messo a disposizione dalla Cantina Di Sante Fano. Sia la presentazione del libro che la cena con prodotti tipici saranno presentate e condotte da Sergio Ferri.

“L’obiettivo della giornata – sottolineano il presidente della Proloco Fano, Etienn Lucarelli e il consigliere Michele Brocchini -, che va ad inserirsi nel programma di Fano Geo, è quello di valorizzare a 360 gradi l’agricoltura e i suoi prodotti. Vivendo in città, sopratutto le nuove generazioni, stanno perdendo il contatto con questo fondamentale settore e, soprattutto, si stanno allontanando sempre di più dal cibo genuino. La giornata di venerdì sarà un’occasione per riscoprire e conoscere i prodotti e i cibi del territorio, sia dal punto di vista teorico ma soprattutto da quello del gusto”.

Il costo della cena a Le Quiete Dimore è di 30 euro, per prenotazioni contattare Proloco fano al numero 339.5828551 o via mail info@prolcofano.it

9 COMMENTS

Rispondi