Lista Marotta: “Il Sindaco revochi la delega all’assessore ai Lavori Pubblici Carloni”

7
1831

MONDOLFO – “La legislatura che si sta concludendo è stata caratterizzata da una disattenzione ed una trascuratezza nella gestione e cura del territorio senza precedenti.
La cosa ancor più grave è che l’immobilismo e la paralisi degli interventi pubblici riguardi un
Comune fra i più importanti della provincia con quasi 15.000 abitanti ed una forte vocazione
turistica.
Solo per segnalare al riguardo uno dei tanti aspetti, va detto che lo stato del manto stradale, la
segnaletica orizzontale e, più in generale, l’assetto viario del Comune versano in condizioni di
assoluta emergenza.
Ciò riguarda l’intero territorio dal Capoluogo a tutte le principali frazioni: Marotta, Piano marina,
Ponte Rio ed ogni altro angolo della cittadina.
Addirittura a ridosso della stagione estiva il lungomare di Marotta si segnala in uno stato di
indecente abbandono, privo di ogni attenzione all’arredo urbano, senza interventi sulle spiagge,
con asfaltature caratterizzate da buche e rattoppi ridicoli, dimostrando l’Amministrazione Comunale
una insensibilità assoluta al tema del turismo e della promozione dello stesso come comparto
rilevante della economia locale.
Ebbene in una situazione siffatta che cosa accade a meno di un mese dalle elezioni comunali?
Accade che il Vicesindaco nonché assessore ai lavori pubblici, primo responsabile della giunta
Cavallo di questo stato di cose, programmi e faccia eseguire una asfaltatura ” modello autostrada”
di una via di campagna di certo non fra le più trafficate e in vista del territorio comunale:
precisamente Via Le Selve ed ancor più precisamente la via dove abita lo stesso assessore.
Questo è davvero troppo. Non solo l’intervento, sproporzionato rispetto alle esigenze viarie del
luogo, denuncia una inadeguatezza nella gestione dei lavori pubblici ma si configura come un
atto di arroganza ai limiti dell’abuso nel perseguire interessi più privati che pubblici.
Eseguire lavori a tempo scaduto è già grave di per se stesso ma in questo caso specifico non
si tratta nemmeno di intervento dal sapore elettorale ma di un atto connotato da una intollerabile
visione personalistica della cosa pubblica.
È per tutto ciò, ed anche per arginare la crescente diffusione della sfiducia dei cittadini nei confronti
delle Istituzioni, che si chiede, come segno tangibile ed esemplare di repressione di un atto
così tanto riprovevole che il Sindaco di Mondolfo Pietro Cavallo revochi,seduta stante, il mandato
di assessore al signor Alvise Carloni.
Senza appello. Lo faccia subito”.

LISTA MAROTTA
PER UNA NUOVA CITTÀ

7 COMMENTS

Rispondi