Marotta, chiusura passaggio a livello: Baldelli con i cittadini appoggia il ricorso al Tar

0
1564

MONDOLFO – “Con i cittadini, perché le scelte determinanti per lo sviluppo del territorio vanno condivise; con i cittadini affinché Marotta non continui a essere penalizzata”. Il candidato in consiglio regionale per Fratelli d’Italia Antonio Baldelli, nel suo tour elettorale si è interessato approfonditamente delle tante questioni che riguardano il territorio di Marotta: dalla difesa delle costa al turismo, dalla sicurezza alla chiusura del passaggio a livello e alle relative opere compensative.
Baldelli si sofferma su quest’ultima vicenda che da tempo sta tenendo banco nel centro marottese.
“Nonostante le ripetute richieste di condivisione e confronto da parte di cittadini, associazioni e consiglieri comunali, nonostante una riuscitissima raccolta firme, le istituzioni competenti non ne hanno voluto sapere di rivedere il progetto delle opere connesse alla soppressione del passaggio a livello. Opere compensative non adeguate. La chiusura del passaggio a livello andrà a stravolgere il centro della città, a penalizzare commercianti ma anche il turismo. E poi ci sono aspetti legati alla sicurezza, ambientali e geologici che meritano il necessario apprendimento. Criticità anche dal punto di vista urbanistico. Insomma Marotta, terza città della provincia di Pesaro e Urbino, ancora una volta viene pesantemente penalizzata. Non va dimenticato infatti che da anni, cittadini e operatori turistici chiedono alla Regione il finanziamento del progetto per le scogliere e fondi per la manutenzione dell’arenile, ma nulla si è mosso”.
Baldelli, come sua abitudine, alle parole farà seguire i fatti. “A differenza dei politicanti del Pd e di Spacca che da decenni non muovono un dito per Marotta e solo ora in campagna elettorale si ricordano della sua esistenza, a me piace fare i fatti. Riguardo alla chiusura del passaggio a livello, appoggerò il ricorso al Tar contro il progetto approvato e in Regione mi batterò con forza affinché finalmente Marotta possa avere le risorse che le spettano per la difesa della costa”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here