Il garante fa ripartire l’azione di monitoraggio degli istituti penitenziari

0
54

PESARO – Riparte venerdì da Villa Fastiggi di Pesaro l’azione di monitoraggio degli istituti penitenziari marchigiani, messa in atto dal Garante dei diritti Andrea Nobili. Nel periodo di lockdown la verifica della situazione complessiva ed i colloqui  con i detenuti sono stati concretizzati per via telematica. Un’unica eccezione nei giorni scorsi, quando l’Autorità di garanzia ha effettuato un sopralluogo a Montacuto e Barcaglione per una valutazione, risultata pienamente positiva, delle disposizioni adottate in occasione del ripristino degli incontri tra gli stessi detenuti ed i loro familiari.

Da questa settimana l’azione ritornerà in presenza e Nobili ha già  chiesto di poter incontrare il Direttore della Casa circondariale di Pesaro, nonchè il Comandante della Polizia penitenziaria, il dirigente medico e quello che sovrintende le attività trattamentali. Saranno ascoltati anche i detenuti che ne hanno fatto richiesta.

“Il ritorno alla normalità – sottolinea Nobili – va ovviamente supportato attraverso tutte le precauzioni del caso. Per questo motivo abbiamo ritenuto necessario un confronto con le diverse componenti che operano nel carcere, allo scopo di avere una fotografia quanto più esaustiva della situazione, a partire dall’aspetto sanitario. Il nostro auspicio è anche quello di poter riattivare, quanto prima, le attività trattamentali, dando così seguito ai diversi progetti già in itinere prima dell’emergenza epidemiologica”.

Nei prossimi giorni il Garante visiterà tutti gli altri istituti marchigiani, estendendo la richiesta di incontro a direttori, comandanti e dirigenti di settore.

Rispondi