Coronavirus, Arcivescovo Spina: a Ancona sì alle messe feriali con fedeli ma con “prudenza”

0
210

ANCONA – Le chiese nell’Arcidiocesi di Ancona-Osimo restano “aperte per la preghiera individuale che raccomando caldamente a tutti, soprattutto in questi frangenti”. Lo scrive in una nota l’arcivescovo mons. Angelo Spina dopo l’ordinanza del Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli per l’emergenza Coronavirus che proibisce nella regione ogni manifestazione pubblica fino alle 24 dell’8 marzo. “Le Sante Messe feriali possono essere celebrate raccomandando ai fedeli prudenza ed evitare i contatti ravvicinati. – spiega mons. Spina – Per le sante Messe di domenica 8 marzo aspettiamo l’evolversi della situazione”. Il provvedimento regionale, ricorda, richiede “che si adottino le misure igienico sanitarie consigliate anche per le nostre celebrazioni religiose che restano in pieno vigore. Si consiglia agli anziani di non uscire di casa”. Per i funerali si raccomanda la “celebrazione con il rito breve e solo con i parenti stretti”. Sospesi gli incontri di catechismo, gruppi parrocchiali e le attività di oratorio”. Stop anche alle attività “di dopo-scuola, sportive, teatrali, cinematografiche e ogni genere di aggregazione. Per quanto riguarda i servizi della Caritas diocesana consultare il sito della diocesi: www.diocesi.ancona.it”. “Accettiamo queste limitazioni, anche se ci costano molto. – osserva il vescovo di Ancona-Osimo – Continuiamo a pregare per tutti coloro che sono colpiti dal virus, per coloro che li assistono, per quanti hanno responsabilità pubbliche e di governo e chiediamo al Signore, anche per l’intercessione della Beata Vergine Maria, che ci liberi da questo male”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here