Al via il 17esimo anno di corso della Scuola di Pace “Carlo Urbani”

0
346

FANO – Quattro nuovi appuntamenti gratuiti ed aperti a tutti per conoscere operatori e testimoni di percorsi di nonviolenza, giustizia, salvaguardia del creato e cittadinanza responsabile. 

Riprendono a Fano gli incontri della Scuola di Pace “Carlo Urbani” promossa dalla Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola, Caritas diocesana, Associazione Giustizia e Pace, Ufficio Migrantes, Acli, Banca del Gratuito, Mir Fano, Comune di Fano-Assessorato alle biblioteche, Mediateca Montanari.

Il 17esimo anno di corso propone un percorso che si sviluppa in quattro incontri monotematici legati dal comune filo rosso dell’impegno nel costruire un mondo più giusto e privo di guerre e violenza. Un impegno che si concretizza in persone, storie e luoghi diversi che è nostro compito raccontare e far conoscere in modo che possano diffondersi e diventare notizie comuni.

Si comincia con il primo appuntamento “Il nemico ha il mio volto” sabato 8 febbraio alle ore 16 al Centro Pastorale di Fano, dove interverranno un rappresentante di Rondine- Cittadella della Pace e due studenti che frequentano lo studentato internazionale, attivo dal 1998 e da cui ha origine il cosiddetto “Metodo Rondine”. 

L’esperienza è quella di un luogo che da oltre 20 anni accoglie giovani provenienti da Paesi interessati da conflitti degenerati nelle diverse forme violente, attuali o recenti, che accettano di convivere con il proprio nemico, guardando in faccia ciò da cui avrebbero voluto fuggire. Un luogo dove giovani nemici sono disposti a mettersi in gioco per costruire una concreta relazione di pace.

Per chi lo desidera, la frequenza della scuola dà diritto ad un attestato di frequenza. 

Per informazioni: saladellapace@gmail.com ;  0721/828830

 

Rispondi