A Fano impazza la moda della “palla avvelenata”

5
2141

FANO – Nell’epoca di internet, mondo virtuale, telefonini e giochi hi-tech, a Fano c’è un’associazione che va controtendenza cercando di far riscoprire ai ragazzi la passione per la “palla” e la voglia di fare gruppo.

Si chiama “Dodgeball” (palla schivata), una sorta di “Palla Avvelenata” in versione moderna con delle regole precise tanto da avere una sezione riservata su Wikipedia dove sono spiegate nel dettaglio le caratteristiche. Caratteristiche che saranno rese note ai fanesi a partire da mercoledì 4 maggio quando alla Palestra Venturini (ore 17.00), l’Asd Sportfly e Asi (Associazioni Sociali e Sportive italiane) daranno il via a due mesi di corsi riservati a ragazzi e ragazze di età compresa tra gli 11 e i 18 anni.

L’idea, tanto particolare quanto utile, è venuta a Francesca Petrini (presidente Asi Pesaro-Urbino) e Francesca Vitale (responsabile Asd Sportfly), rappresentanti di due enti che da sempre credono nello “sport per tutti”.

“Il Dodgeball – commentano – è una delle attività più divertenti in cui si cimentano i bambini nei vari centri estivi e nelle attività che proponiamo durante l’anno così abbiamo pensato di organizzare dei veri e propri ‘allenamenti’. Giocare a Dodgeball, nonostante il campo sia relativamente ristretto, implica fare un gran movimento con il conseguente rafforzamento dei muscoli e aumento della propriocezione, insegnando ai bambini a sfruttare gli spazi, a schivare e a concentrarsi sulla palla per lanciare. E’ l’ideale – proseguono – anche per quei ragazzi più ‘timidi’ che attraverso il Dodgeball ritrovano vitalità e voglia di mettersi in gioco aumentando la propria autostima”

Dopo i primi due mesi (maggio e giugno) alla palestra Venturini, il Dodgeball sarà riproposto nei vari centri estivi Jump presenti in città e, da settembre, l’idea è quella di formare delle squadre per i bambini delle scuole elementari e per gli adulti, oltre a valutare l’ipotesi di organizzare un torneo tra scuole medie inferiori e superiori sul territorio. “Essendo una città di mare – proseguono Petrini e Vitale – sarebbe bello introdurre a Fano il “Beach Dodgeball” organizzando tornei, eventi e manifestazioni visto che è uno sport le cui regole si possono facilmente adattare alla spiaggia”.

E a proposito di regole, ecco le principali: in campo scendono 6 atleti contro 6 e le squadre possono essere formate per età e per sesso. L’obiettivo del gioco è quello di eliminare tutti i giocatori della squadra avversaria senza essere eliminati. Un avversario si elimina colpendolo con una ‘pallonata’, ma il rischio di farsi male è totalmente assente in quanto vengono utilizzate palle morbide apposite e non palloni da calcio o basket.“Il Dodgeball – concludono le rappresentanti di Asd Sportfly ed Asi -, se giocato correttamente, è anche una valvola di sfogo per quei giovani che sono vittime di bullismo o che hanno disturbi specifici dell’apprendimento. Schivare, attaccare e cercare di vincere, aumenta l’autostima a la forza personale di togliersi dal ruolo di vittima”.

L’invito per tutti i ragazzi fanesi è quindi per mercoledì 4 maggio alla Palestra Venturini. I corsi saranno riproposti poi tutti i mercoledì di maggio e giugno. Per informazioni: 334.2827728

34428599-9720-4690-b6a9-c79a9997a46a

5 COMMENTS

Rispondi