Sconfitta per il PesaroFano. Dopo 2 anni e mezzo espugnato il PalaFiera

Sconfitta per il PesaroFano. Dopo 2 anni e mezzo espugnato il PalaFiera

PESARO – Due anni e tre mesi dopo l’ultima volta, il PalaFiera viene violato: PesaroFano sconfitto 4 a 2 da un eccezionale Came Dosson.

Una sconfitta che chiude definitivamente l’ipotesi secondo posto e probabilmente anche quella per il terzo. Poco male, sotto questo punto di vista, perché mister Osimani in maniera lungimirante dopo il trionfo di Coppa aveva espresso palesemente la scarsa importanza di tali traguardi. Piuttosto voleva vedere la squadra pian piano tornare in forma. Prima fisicamente (obiettivo centrato col passare delle settimane), poi mentalmente. Ecco, sotto questo punto di vista invece ancora sembra che non ci siamo. E’ lo stesso tecnico ad analizzare a fine gare la situazione: “Dispiace perdere perché erano più di due anni che non perdevamo in casa. Non eravamo abituati – esordisce -. La verità è che la strada per tornare al massimo della nostra competitività è ancora lunga. Dobbiamo riprendere il filo del discorso che secondo me dopo la Coppa è stato un po’ perso”.

Più chiaro di così. Onore e merito comunque al Came di mister Zanella. Dopo il botta e riposta Bellomo-Tonidandel (due gol uno più bello dell’altro), Bordignon con un gran sinistro all’incrocio trova il 2 a 1 mentre Belsito nel finale di frazione fissa il 3 a 1. Nella ripresa Matosevic accorcia con un gran gol, ma quando lo stesso croato veste la maglia di portiere di movimento, il Came castiga con la rete del definitivo 4 a 2.

Le occasioni ci sono state da ambo le parti – continua Osimani – loro però hanno vinto perché erano più concentrati e determinati. Loro hanno vinto con la testa. E’ sotto questo punto di vista che che dobbiamo cercare tornare gli stessi di prima. Abbiamo perso per strada “un metro”, inteso come spirito di sacrificio e quello dipende dalla testa, non dalle gambe che stanno bene. Noi siamo una squadra che se dà anche solo il 2 percento in meno perde il 20 percento del suo potenziale complessivo”.

Sabato visita all’Orte per la chiusura della stagione regolare, quindi i playoff. “Sinceramente, ad Orte la preoccupazione principale sarà quella di non far squalificare i nostri giocatori in vista dei playoff, che lo dico sin da ora non farò giocare. Sarà una tappa intermedia di avvicinamento ai playoff nei quali, sono sicuro, la concentrazione e la voglia, torneranno massime”.

Tabellino PESAROFANO-CAME DOSSON 2-4

PESAROFANO: Moretti, Jelavic, Tonidandel, Lamedica, Perisic, Dionisi, Ganzetti, Bonci, D’Angelo, Cuomo, Matosevic. All.: Osimani.

CAME DOSSON: Piazzon, Belsito, Maragno, Bordignon, Fava, Genovese, Laino, Favaretto, Bellomo, Crescenzo, Bonora, Sviercoski. All.: Zanella.

RETI: 4′ 35 Bellomo (C), 8′ 20 Tonidandel (P), 12′ 00 Bordignon (C), 17′ 46 Belsito (C); 11′ 15 St. Matosevic (P), 19′ 35 Bellomo (C).

Condividi:

Rispondi