Ruscella d’oro al Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi

Ruscella d’oro al Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi

ACQUALAGNA – “L’inaugurazione di questa 50esima edizione rappresenta un grande onore e come tale è carico anche di oneri. Un risultato storico dopo una lunga carriera di successo e del quale è pressoché impossibile fare bilanci se non, uno su tutti, che Acqualagna è sempre andata avanti carica di orgoglio, di entusiasmo e di senso di responsabilità, cosciente della forza di un prodotto unico”.

E’ quanto ha dichiarato il sindaco Andrea Pierotti, sul palco del Teatro Antonio Conti, a una sala gremita, durante la cerimonia inaugurale della 50esima edizione della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna.

Il sindaco ha salutato e ringraziato per la partecipazione la senatrice Camilla Fabbri, il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, i numerosi sindaci del territorio, le autorità regionali, provinciali, locali, i tanti cittadini e, riferendosi al futuro della Fiera ha sottolineato come: “questa rappresenti un patrimonio unico, un compendio di storie e di saperi da trasmettere alle nuove generazioni al fine di conservare il valore di essere comunità di persone che condividono un territorio e si sentono parte del suo sviluppo, rieducarci al senso del comune, dello stare insieme. Questa è la carte vincente di Acqualagna. Ci auguriamo di proseguire su questa strada sempre fedeli alla valorizzazione di un’eccellenza”.

Così il sindaco Pierotti ha aperto il suo intervento sul palco accanto al Presidente delle Marche Luca Ceriscioli: “Dobbiamo dire grazie a quelli che io definisco “portatori sani di visione”. A coloro che hanno esordito nel 1966 portando avanti un’idea che è diventata una grande opportunità per il futuro. Questa fiera dimostra la capacità tutta italiana di fare bene le cose belle”. Il presidente Ceriscioli sarà di nuovo ad Acqualagna, domenica 15 novembre, per un appuntamento straordinario, quello che lo vedrà chef per un giorno alle prese con una ricetta al tartufo di Acqualagna e a giudizio dei suoi commensali.

La cerimonia è proseguita con la presentazione da parte del sindaco del volume: “Acqualagna Capitale del Tartufo. 1966 – 2015/ 50 anni di Fiera, Storia, Uomini, Passione”, insieme all’autore Davide Eusebi e a Michele Casali della Casa editrice ELI- La Spiga Edizioni di Loreto. “È una celebrazione – ha continuato il sindaco – che ci richiama al valore della stagionalità, aiutandoci a trovare punti di contatto con l’esperienza delle generazioni che ci hanno preceduto, con chi nel 1966 apriva la 1^ edizione e ancor prima con chi animava i mercati che si tenevano nelle giornate di giovedì e domenica da ottobre a marzo. Abbiamo voluto celebrare tale ricorrenza con questo volume che racchiude mezzo secolo di storia e rappresenta soprattutto un omaggio di riconoscenza a tutti coloro che hanno creato quest’evento, accompagnandolo nella sua crescita con un passar di mano generoso e ininterrotto”.

Dopo il libro è arrivato il grande momento con il Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi, omaggiato dal sindaco Pierotti della Reuscella d’Oro. Lo chef pluristellato ha passato in rassegna tutte le sue migliori ricette, ovvero delle vere e proprie creazioni artistiche, alcune rivoluzionarie come il raviolo aperto o il dripping di pesce. E alla domanda: “come cucina il tartufo?” ha risposto “in insalata con asparagi e penne accompagnate da tartufo fresco secondo le stagioni”. Ai futuri cuochi, il Maestro, presso la cui cucina si sono formati molti degli attuali cuochi italiani come Cracco e Oldani, consiglia di pensarci molto bene prima di intraprenderne la strada: “E’ un mestiere difficilissimo che presuppone un lungo lavoro. Una volta cuochi non devono mai dimenticare il valore della materia prima, che invece, vedo poco esaltata. La mia è la cucina della verità, della forma, della materia. Io sono il mio stile” ha concluso Gualtieri.

Dopo l’incontro in teatro, la cerimonia è proseguita con il taglio del nastro e la visita alla Mostra mercato del Tartufo in piazza Enrico Mattei, “l’unica piazza al Tartufo del mondo” ha chiuso la cerimonia il sindaco Pierotti.

La 50^ Fiera dà appuntamento al prossimo weekend: sabato 31 ottobre arriverà direttamente da Londra, Tine Roche, fondatrice della Cambridge Cookery School & Café. Il programma completo è consultabile alla pagina: www.acqualagna.com

Condividi:

Rispondi