Delvecchio: “Soppressi i servizi di integrazione per i disabili”

Delvecchio: “Soppressi i servizi di integrazione per i disabili”

FANO – Una tirata d’orecchie alla giunta del sindaco Seri arriva dall’ex assessore ai servizi sociali Davide Delvecchio che denuncia la soppressione dei servizi di integrazione per disabili.

“Sono indignato, i servizi sociali e alla persona, fiore all’occhiello del Comune di Fano da decenni, con prestazioni uniche per promuovere una cultura sulla disabilità, con attività e integrazione a livelli avanzati, sono in procinto di essere soppressi per volere della Giunta di Sinistra e del Pd che governa la città:

– Oltre 90 Borse lavoro e d’integrazione sociale per diversamente abili, che sono programmate con contratti trimestrali e semestrali rinnovabili, in data 30 aprile è stato comunicato alle famiglie dei ragazzi disabili che sarebbero state soppresse dall’1 maggio. Dopo le proteste delle famiglie sono state solo in parte prorogate di un solo mese fino al 31 maggio 2015, già proprio sino alla data delle elezioni.

– Il servizio d’integrazione lavorativa per disabili alle Serre – fiori e piante della zona aereoporto in Via san Michele è sospeso al 31 maggio, e non null’altro c’è dato sapere .

– Alle famiglie del centro Itaca, eccellenza Fanese in termini di servizi, è stato comunicato qualche giorno fa che i € 50.000,00 che gli spetta per il servizio da gennaio a maggio non saranno erogati, una comunicazione giunta dopo 5 mesi di servizio erogato e la giunta di Sinistra mette seriamente in discussione il prosieguo del servizio ai nostri ragazzi, maneggio con servizio TMC terapia mezzo cavallo, fattoria di Ulisse, CSER centro socio educativo riabilitativo, borse lavoro disabili.

– Tutte le attività d’integrazione sociale per i nostri ragazzi diversamente abili e i servizi di sollievo alle famiglie, concordate e attuate in collaborazione con le associazioni di volontariato sono state soppresse.

Il 1 maggio sono stato alla tradizionale festa che si tiene proprio al centro Itaca, sono andato come tutti gli altri anni con la mia famiglia senza fare alcuna propaganda elettorale, mentre il PD che non si era mai visto gli anni precedenti, era presente in forze, con il loro candidato alla Presidenza della Regione e il Candidato fanese Minardi che distribuiva volantini e faceva propaganda tra i tavoli.

Il PD presente con assessori e consiglieri comunali, hanno cercato di tenere sottotraccia le giuste irritazioni delle famiglie dei ragazzi disabili che frequentano il centro, ma ci vuole una bella faccia tosta, un settimana dopo, sopprimere tutti i servizi e fare le borse lavoro solo fino al 31 maggio, come dire il 31 si vota ricordati!!!.

Presenterò oggi stesso una mozione per chiedere al Consiglio Comunale non solo di ripristinare i servizi, ma di avere responsabilità e senso civico, la cultura sulla disabilità costruita per decenni è questione seria, non può essere usata per le elezioni Regionali e agli appetiti sulle poltrone della Sinistra che governa Fano”.

F.to Davide Delvecchio gruppo consiliare Insieme per Fano – UDC

Condividi:
  1. ………per fortuna siamo un Paese civile! Togliamo ai nostri disabili e diamo agli immigrati e Rom!

    Rispondi

Rispondi