Cinque furti al giorno, due minorenni arrestati dalla Polizia di Fano

Cinque furti al giorno, due minorenni arrestati dalla Polizia di Fano

FANO – Personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fano, ha proceduto ad un arresto e ad una denuncia a piede libero nei confronti di due 17enni, già noti alle Forze dell’Ordine, ovvero un italiano proveniente da Napoli ed un senegalese regolare sul Territorio Nazionale, residente nei pressi di Fano, in quanto sorpresi nella flagranza del reato di furto aggravato. In particolare gli agenti del Commissariato fanese, che già erano sulle tracce dei due sospetti ritenuti coinvolti in una serie di furti in danno di turisti e di anziani, nel pomeriggio di sabato 30 luglio scorso li bloccavano sul lido di Fano, dove poco prima era stato consumato un ennesimo colpo ai danni di una bagnante, alla quale era stato rubato uno zaino contenente, fra l’altro, denaro contante ed un cellulare.

Il successivo controllo dei sospetti portava al rinvenimento della refurtiva. Nel corso delle operazioni di Polizia, ulteriori oggetti provento di furto sono stati recuperati dai poliziotti presso un’abitazione del centro storico dove uno dei sospettati si appoggiava saltuariamente, tra cui una bicicletta elettrica, numerosi smartphones, carte di credito e due colli contenenti prodotti di bellezza sottratti ad alcuni operatori di Poste Italiane mentre erano intenti a consegnare i pacchi. Questi, nonostante la giovane età, avevano acquisito una professionalità “criminale” tale da consentirgli di effettuare oltre 5 colpi al giorno, operando soprattutto nelle zone del centro storico, della Sassonia, del Lido e del quartiere Flaminio. I furti venivano messi a segno principalmente nel pomeriggio e nel corso della notte.

Il giovane napoletano, che a causa dei suoi trascorsi era stato in passato affidato dagli Agenti del Commissariato, coordinati dal Dirigente Stefano Seretti, ad un centro di accoglienza per minori dal quale si era poco dopo allontanato,  era l’ideatore ed esecutore dei furti messi a segno insieme ad altri minorenni di Fano che riusciva a coinvolgere e ai quali affidava compiti operativi di minore importanza. Gli investigatori non escludono, inoltre, che il giovane si preparasse a compiere i colpi assumendo ed offrendo ai suoi complici, sostanze stupefacenti come l’hashish. Tutti i beni oggetto di furto rinvenuti nel corso delle indagini dagli agenti del Commissariato fanese, sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari. Il minorenne è stato tratto in arresto. Dopo la convalida da parte del Giudice Minorile di Ancona, è stato trasferito in una comunità penale per minorenni.

Condividi:
  1. Ma che bella coppietta … e domani signori ‘sta feccia ce la ritroviamo fra le palle …

    Rispondi

Rispondi