Viaggio tra 157 lettere dei Montefeltro e Della Rovere ai Vescovi di Cagli

0
567

CAGLI – Un affascinante percorso tra 157 lettere che i conti e i duchi di Urbino inviarono dal 1424 al 1624 ai vescovi di Cagli, con firma e sigillo di Guidantonio, di Federico da Montefeltro, di sua moglie Battista Sforza, del figlio Guidubaldo, fino all’ultimo duca Guidubaldo della Rovere. L’epistolario è al centro di un doppio evento proposto dalla diocesi di Fano, Fossombrone, Cagli e Pergola e dal Comune di Cagli sabato 14 aprile a Palazzo Berardi Mochi Zamperoli: la presentazione di un libro e una mostra. Il volume è “Conti e duchi di Urbino. Un epistolario inedito (secc. XV-XVII)” di Anna Falcioni, docente di Storia Medievale nel Dipartimento di Scienze della Comunicazione, studi umanistici e internazionali dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, pubblicato da Carocci editore. Si tratta di un corpus documentario unico e prezioso, sia per ricostruire le linee evolutive della politica ecclesiastica dello Stato di Urbino nella fase di passaggio dalla Signoria al Principato, sia per conoscere il rapporto dialettico e simbiotico tra governanti e governati. A seguire ci sarà l’inaugurazione, sempre a Palazzo Berardi Mochi Zamperoli, della mostra di una ricca selezione delle 157 lettere, in originale e in copia fedele, conservate nell’archivio storico del Capitolo della Cattedrale di Cagli, riordinato e inventariato dall’archivista diocesano Massimo Bonifazi. I visitatori saranno accolti da personaggi in costumi rinascimentali dell’Associazione Giochi storici al suono di violini. La mostra, ad ingresso libero, resterà aperta fino al 29 aprile e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19 ed il sabato e domenica dalle 10 alle 12:30 e dalle 16 alle 19.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here