Venerdì 13 aprile durante il convegno “Azienda tra famiglia e management” organizzato dall’associazione Centro Studi Economia e Territorio

0
539

FANO – Meglio un manager o i figli nei posti di comando? Quale deve essere il rapporto di
equilibrio tra le due componenti? È il dilemma che verrà affrontato venerdì 13 aprile alle
17,30 durante il convegno gratuito organizzato dall’Associazione Centro Studi Economia e
Territorio alla Sala San Michele di Fano dal titolo “Azienda tra famiglia e management”. I
relatori saranno Silvia Paci della Profilglass Spa, Vincenzo Borchia area manager della
Fineco Bank Spa, Tonino Pencarelli docente all’Università Urbino Carlo Bo, Mirco Carloni
consigliere regionale. Le conclusioni saranno affidate a Jacopo Frattini, presidente
dell’associazione ‘Centro Studi Economia e Territorio’. Al centro del dibattito ci sarà un
seria e attenta riflessione che riguarda le modalità di governance che l’azienda deve
adottare insieme ai dirigenti per essere competitiva mantenendo fede all’identità familiare.
Soprattutto ci si interrogherà su come il manager esterno deve rapportarsi con la proprietà
per gestire lo sviluppo dell’azienda a medio lungo termine.
“E’ un tema molto caldo che i nostri associati ci hanno chiesto di approfondire – spiega il
direttivo dell'associazione – La nostra associazione presente e attiva da ormai 4 anni con
una programmazione rivolta ai temi legati all’economia e al management non poteva
analizzare il rapporto che esiste in una azienda famigliare tra i proprietari e manager
chiamati a delineare la pianificazione strategica. dentro questa filiera vogliamo parlare
anche degli aspetti che devono essere tutelati affinché la continuità generazionale.
Vogliamo sfatare alcuni stereotipi, come per esempio il fatto che le imprese familiari sono
piccole. Spesso lo sono, ma non sempre. O che durano di meno. Ci piacerebbe capire se
al loro interno sono meno meritocratiche. Parleremo di tutto questo attraverso la
testimonianza dei protagonisti che vivono ogni giorno questo aspetto con una discussione
tecnica di alto profilo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here