Tragico incidente sul lavoro: 26enne muore schiacciato da un macchinario

0
465

FANO – Tragedia questa mattina alla Polver di Bellocchi di Fano dove un giovane operaio ha perso la vita a causa di un incidente sul lavoro. Si tratta di Giacomo Cesaretti, 26enne di Roncosambaccio, che dopo essere rimasto impigliato in un carrello elevatore, utilizzato per immergere i metalli in una vasca, è rimasto schiacciato contro un muro. Per il ragazzo non c’è stato nulla da fare. Oltre al 118 era stata allertata anche l’eliambulanza. Sul posto anche i vigili del fuoco, la polizia scientifica e gli ufficiali di polizia giudiziaria dell’Ast 1, che stanno eseguendo tutte le indagini del caso.

Sull’infortunio oggi è intervenuto il segretario provincia della CGIL Roberto Rossini: “In attesa di conoscere le dinamiche con cui è avvenuto il gravissimo infortunio mortale di questa mattina a Fano nella ditta Polver e l’individuazione delle responsabilità per le quali ci affidiamo alle apposite autorità, non possiamo evitare di sottolineare che ancora una volta siamo di fronte ad una morte avvenuta sul lavoro che si somma alle tante e troppe tragedie che da anni avvengono nel nostro paese.  Non è accettabile che un giovane uomo di 26 anni possa perdere la vita per lavorare. L’ennesima vita spezzata ingiustamente che non si può accettare. Come organizzazione sindacale – ha concluso Rossini – vogliamo esprimere profondo cordoglio e le nostre condoglianze alla famiglia e a tutti i congiunti del giovane operaio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here