Telelettura, nuovi serbatoi e una rete più efficiente: a Mondolfo l’acquedotto cambia marcia

0
33

MONDOLFO – Procede senza sosta il primo stralcio dei lavori di potenziamento dell’acquedotto a servizio di Mondolfo e delle frazioni di Centocroci e Ponte Rio. A farlo sapere sono Aset Spa e il Comune di Mondolfo, la cui intenzione condivisa è quella di migliorare il servizio offerto ai cittadini tenendo conto anche dei futuri sviluppi urbanistici previsti dal piano regolatore.

L’investimento complessivo è di quasi 3 milioni di euro. I lavori – appaltati tramite gara all’impresa LPG Spa, iniziati lo scorso 19 ottobre e la cui durata stimata è di circa 16-17 mesi – prevedono innanzitutto l’incremento della capacità di accumulo dei serbatoi attraverso la realizzazione di un nuovo manufatto a servizio del territorio compreso tra il capoluogo mondolfese e l’ex Strada Statale 424. Il progetto include anche l’ampliamento – previa demolizione e ricostruzione – del serbatoio di Buona Cesta e la realizzazione di nuove reti di distribuzione e adduzione per migliorare l’andamento delle pressioni in rete e della stessa acqua.

 

Più sicurezza, poi, per la manutenzione del serbatoio di Monte Coco e Sterpettine, grazie alla ristrutturazione della camera di manovra che consentirà una migliore fruizione degli spazi tecnici. Sempre a Sterpettine verrà demolita e poi ricostruita la struttura che ospitava il vecchio impianto per il trattamento delle atrazine, ora visibilmente ammalorato.

 

Non meno importante sarà l’installazione di circa 2.300 apparecchiature per la telelettura dei contatori dell’acqua di tutte le utenze di Mondolfo capoluogo. Una soluzione che consentirà, tra le altre cose, di individuare eventuali perdite o contatori bloccati.

 

“Prosegue il nostro impegno – ha commentato il presidente di Aset Spa Paolo Reginelli – per garantire a tutti i cittadini una sempre maggiore efficienza e servizi di qualità sempre più elevata. Grazie a questo intervento potremo dotare il territorio di Mondolfo di nuove strutture e reti di distribuzione idrica ancora più performanti. Altrettanto determinante sarà l’installazione di oltre 2mila apparecchiature per la telelettura, in grado di garantire un monitoraggio trasparente dei consumi e di mettere l’utente nella condizione di intervenire in modo tempestivo in caso di perdite occulte, che comporterebbero un costo oltre che uno spreco d’acqua”.

 

“Quelle di Aset Spa – ha detto il sindaco Nicola Barbieri – sono opere di fondamentale importanza per il nostro territorio, in particolare per Mondolfo centro e per i quartieri di Centocroci e Ponte Rio. Lavori che permetteranno di migliorare sensibilmente il sistema idrico a servizio dei nostri cittadini. Un considerevole investimento che dimostra la grande attenzione della società dei servizi nei confronti del nostro territorio, ma anche la costante collaborazione con il Comune di Mondolfo”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here