Possibile Fano dice ‘no’ al campo dei cacciatori: “Qualcosa non funziona più nella maggioranza”

4
2225

FANO – “Constatiamo con rammarico la ormai debolissima posizione dell’assessore Mascarin e la totale subalternità dei partiti e delle liste civiche della maggioranza all’unico partito che governa: il PD

La vicenda del Campo d’Aviazione ne è l’ennesima dimostrazione.

Era il 9 ottobre 2015. L’Assessore Mascarin comunicava con grande entusiasmo che l’area del campo di aviazione “è ufficialmente passata –a titolo gratuito – dalla proprietà del Demanio Statale a quella del Comune di Fano”, e annunciava che “I fanesi avranno finalmente il loro Parco”, grazie all’impegno del Sindaco, dell’Amministrazione Comunale, del Comitato Bartolagi e di tanti cittadini e cittadine.

È il 23 maggio 2016. La presidente del Comitato Bartolagi, a cui va tutta la nostra vicinanza e solidarietà, comunica che la tradizionale Festa del Parco del 2 giugno non si farà. Una festa per la cui realizzazione, da 16 anni, associazioni ambientaliste, tutti i partiti della cosiddetta sinistra fanese, con il Comitato Bartolagi in testa, si sono adoperati.

Cosa è successo in questi sette mesi per motivare una così dolorosa decisione?
A febbraio la Giunta, dietro decisione del PD, ha deliberato che al Campo di Aviazione di Fano si addestreranno i cani da caccia, almeno fino al 31 agosto. In barba agli entusiasmanti articoli a nove colonne con cui Mascarin e il Sindaco elogiavano i risultati della nuova Amministrazione di centro sinistra.

È evidente, allora, che qualcosa non funziona più nella maggioranza e che il patto di ferro PD-Noi Città-Sinistra Unita si è spezzato irrimediabilmente. D’altra parte stupisce che una consigliera di questa maggioranza, presenti un’interrogazione urgente per chiedere numi alla sua stessa maggioranza in merito alla delibera dell’Assessore Cecchetelli.

A questo punto auspichiamo, anche su questa questione, come su quella della sanità e su tante altre, che la sinistra di questa città abbia maggior coraggio. Esca dall’ambiguità e non si presti più a fare la stampella di un PD che non rappresenta e non interpreta più alcun valore di sinistra.

D’altra parte, l’isolamento e il mancato ascolto di chi in questa città pensa di mettere in campo principi di sinistra, non sarà dovuto al fatto che anche a Fano si sta preparando una ‘giunta della nazione’, con qualche ingresso a destra?

Non diamogliela vinta, però. La nostra città merita un parco come le città vicine. Non vogliamo che sia il parco dei cacciatori. Noi siamo disponibili a dare una mano. #1parcopossibile #noparcocacciatori”.

Possibile Fano

4 COMMENTS

Rispondi