Passaggi Festival lascia Fano

12
3124
Samuele Mascarin, Giovanni Belfiori, Stefano Marchegiani e Cesare Carnaroli

FANO – “Giovedì 9 giugno, il comitato scientifico del Passaggi Festival ha inviato una comunicazione agli amministratori comunali, facendo seguito a un’altra comunicazione, simile nei toni e nel contenuto, già inviata lo scorso 9 maggio, e rimasta peraltro senza risposta.
L’associazione Passaggi Cultura che organizza il festival e il comitato scientifico constatano che alla viglia del Passaggi Festival non si è ancora risolto il problema di reperire risorse adeguate per raggiungere il pareggio di bilancio, condizione minima e necessaria per proseguire il lavoro.

A oggi siamo con un passivo di 9.000 euro che ricade direttamente sulle spalle degli organizzatori che hanno messo in piedi un programma di quattro giorni con circa 20 presentazioni di libri, 21 laboratori, 6 mostre, tutto a ingresso gratuito al servizio della città e dei turisti. Forse è stata sbagliata la nostra scelta iniziale, quella del 2013, quando decidemmo di far nascere a Fano un grande evento nazionale, in grado di diventare nel giro di 5-8 anni il primo festival letterario italiano. Dopo appena quattro anni siamo riusciti a portare il festival a livelli di qualità e di rilevanza nazionale inaspettati, mentre invece il reperimento delle risorse economiche è rimasto pressoché fermo. Senza polemica alcuna, prendiamo atto delle insormontabili difficoltà economiche, che pericolosamente minano la buona gestione dell’evento, annunciando il nostro massimo impegno per l’ultima edizione che Passaggi Festival organizzerà a Fano”.

PASSAGGI CULTURA

12 COMMENTS

  1. Fano Calcio batte Passaggi Festival 3-0. Vittoria ottenuta a tavolino e decisa da Stefano Marchegiani Ass.alla Cultura che nega al Festival 9mila euro. Per il Fano Calcio sono invece garantiti impegno economico e adeguamento dello stadio Mancini. Perdiamo Passaggi che non giocherà più in casa. Lo spessore di una Amministrazione si misura su queste scelte, viva l’Alma in culo ai libri!

Rispondi