Parte da Gandia la nuova strategia internazionale del Comune di Fano

0
45

FANO – Promuovere il brand di Fano nel mercato internazionale per rafforzare il posizionamento e aprirsi a nuovi flussi turistici. Trova una nuova declinazione la strategia turistica lanciata dall’assessore Lucarelli che ha iniziato a stringere le maglie con le città gemellate con Fano. Sono questi i presupposti su cui poggia il viaggio a Gandia della delegazione fanese composta dall’assessore Lucarelli, da Massimiliano Barbadoro, presidente di Amici Senza Frontiere Fano, Pier Stefano Fiorelli, Presidente Confersercenti Pesaro, Adolfo Ciuccoli, presidente Confesercenti Fan e gli chef fanesi Antonio Bedini e Stefano Mirisola che parteciperanno ala Fideuà di Gandia, concorso enogastronomico internazionale che si sta svolgendo in questi giorni nella città spagnola.

“Abbiamo presentato a 10 agenzie del turismo di Gandia la nuova strategia di marketing della città di Fano – chiosa Lucarelli -,  tratteggiata da Josep Ejarque. Questo incontro è stato molto proficuo, dato che abbiamo illustrato le peculiarità della nostra città, creando le basi per orientarci verso nuovi mercati finora inesplorati. Dopo l’incontro con José Manuel Prieto, sindaco di Gandia, con l’assessore delegato alle relazioni internazionali Liduvina Gil e l’assessore delegato al turismo Vicent Mascarell abbiamo convenuto insieme all’Ufficio Turismo di Gandia di organizzare un Educational che porti gli stessi Tour Operator a visitare Fano e i territori che fanno parte di Valli a Scoprire”.

Non solo turismo, ma anche valorizzazione economica. “Nella giornata di domani – spiega Lucarelli – incontreremo alcune associazioni di categoria per capire quali altri settori economici possono essere al centro di una connessione con Fano e dare vita così a un binomio vincente. Particolare attenzione l’abbiamo rivolta alla vongola, prodotto ittico caratteristico nel nostro tessuto economico e molto ricercato nel mercato spagnolo. La visita a Gandia ha trovato riscontro anche nella partecipazione del Brodetto al concorso internazionale della Fideua con i nostri chef Antonio Bedini e Stefano Mirisola de ‘Il ristorante IDEA.le food & more’”.

Lucarelli guarda avanti, precisando che “questo primo tassello sarà seguito da altri incontri con le nostre città gemellate per far sì che Fano possa rivolgersi a nuovi target e nuovi interlocutori turistici”. La delegazione è stata accolta e seguita in ogni spostamento da Mauro Tallevi, fanese che da tanti anni vive a Gandia e che è stato il promotore del gemellaggio con la nostra città con il supporto di Barbadoro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here