Ambito 6, lingua dei segni e promozione longevità: ecco i nuovi servizi dell’UPS

0
67

FANO – In questi giorni l’Ufficio di Promozione Sociale dell’Ambito Sociale 6 situato a Fano, al piano terra all’interno del complesso del centro commerciale di S.Orso, amplia le funzioni con due ulteriori importanti servizi: lo sportello per il sostegno e l’interpretariato con la L.I.S (Lingua Italiana Segni) a favore dei non udenti e quello per la promozione della longevità attiva per gli anziani, previsto nell’ambito del progetto “Old but Gold”.

Il primo è un servizio dell’A.T.S. 6 che ha l’obiettivo di contrastare l’emarginazione e l’isolamento, incentivando la socializzazione e la partecipazione alla vita pubblica delle persone non udenti, offrendo, alla pari degli altri, valide ed eguali opportunità di comunicazione e coinvolgendo, dove possibile, la rete di relazioni familiari e sociali. I destinatari sono sordi civili, residenti nei Comuni dell’A.T.S. 6 con difficoltà di comunicazione, riconosciuti come tali ai sensi della legge n. 381/70. Tra le attività svolte, vanno annoverati sia servizi individuali di trattativa per visite mediche, colloqui con avvocato, sindacati, medici di famiglia, ospedali, incontri e riunioni istituzionali sia interventi singoli di accompagnamento necessari ad assicurare l’integrazione dei soggetti sordomuti. Il servizio sarà attivo nei giorni di Mercoledì, dalle 15 alle 18, e Venerdì dalle 8.45 alle 11.30.

Inoltre, è stato attivato nel nuovo Ufficio di Promozione sociale, lo sportello per l’invecchiamento attivo, previsto nell’ambito del progetto “Old but Gold”. Nello specifico, all’interno dell’U.P.S verrà predisposto, dai coordinatori del progetto, un punto di ascolto e di supporto per gli anziani della città, sia per i singoli, relativamente alla gestione di varie problematiche che emergeranno dai colloqui sia per i circoli negli aspetti della gestione normativa e amministrativa delle strutture. Gli orari di apertura rivolta agli anziani della Città di Fano sono dalle 9 alle 11 di ogni sabato.

“L’UPS amplia i servizi a disposizione della città e di tutto l’A.T.S 6 – afferma l’Assessore Tinti – e diventa ancora più accessibile per fronteggiare le nuove criticità emerse anche dopo la pandemia. Siamo impegnati a ridefinire il senso della prossimità affinché l’inclusione e la socialità siano valori a cui ispirarsi. Essendo nel cuore della Piazza di Sant’Orso, questo presidio permette di essere più vicini alle persone che vivono una condizione di disagio, trasmettendo la percezione concreta che tutti hanno la stessa importanza. Un ulteriore tassello nella visione del nostro ‘#Ambito6Gentile’ che poggia su un nuovo approccio nell’accogliere i bisogni. Perché le rivoluzioni partono sempre da piccoli gesti”.

“Prosegue l’opera di ottimizzazione di spazi e risorse umane – dichiara la Dirigente Roberta Galdenzi – nei Comuni dell’Ambito 6 all’insegna di risposte sempre più complete ed adeguate a bisogni territoriali sempre più complessi e differenziati “

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here