Maltempo, Lega Fano: “L’improvvisazione elettorale danneggia gli operatori”

Maltempo, Lega Fano: “L’improvvisazione elettorale danneggia gli operatori”

FANO – “Siamo al fianco degli operatori balneari e agli esercenti colpiti ancora una volta dalla pessima programmazione e dall’improvvisazione targata PD e dell’amministrazione Seri.
La storia del ponte dell’Arzilla sembra una barzelletta, ma purtroppo il detto “la gatta frettolosa fa gattini ciechi” ci casca a pennello. A rimetterci, come sempre, sono in primis i bagnini e gli esercizi commerciali del nostro lungomare.
Parliamo tanto di città turistica, di riqualificazioni faraoniche, di city Brand e poi nel pieno della stagione turistica ci ritroviamo un litorale martoriato e senza collegamenti.
Da una parte il famoso “ponte di sabbia temporaneo” che anche un bambino sapeva sarebbe crollato alla prima mareggiata, dall’altro quattro concessioni balneari (Bagni Carlo, Bagni Gabriele, Bagni Maurizio e Bagni Peppe) a rischio estinzione.
Questo dimostra la pessima programmazione nel progettare i lavori e nel dirigerli. Chi paga per i danni creati? Chi paga per le migliaia di metri cubi spostati in questi 10 giorni da Viale Ruggeri a Bagni Carlo in Sassonia? Lavoro completamente inutile e da rifare, con conseguente aggravio per le casse comunali e regionali.
Questa pessima gestione dei soldi pubblici da parte del PD, dimostra ancora una volta come il 26 maggio i cittadini debbano dare fiducia a persone e idee che vogliono rivoluzionare Fano e la regione Marche.
Basta improvvisazione elettorale, sono 3 anni che promettono le scogliere e forse verrà realizzata una barriera su tre davanti all’anfiteatro Rastatt, e il resto?
Come Lega Fano ci impegniamo a terminare immediatamente le scogliere fino al porto di Fano e a programmare con un anno di anticipo gli interventi di manutenzione straordinaria delle infrastrutture che collegano la nostra città”.

LEGA FANO

Condividi:

Rispondi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com