L’intervista dell”Olivetti’ a Cottini ottiene una Menzione speciale dal MIUR

37
2587

FANO – Il concorso “Crescere cittadini”, bandito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca insieme all’Associazione Claudio Rinaldi, ha deciso di riconoscere una Menzione speciale per la categoria audiovisivi all’opera “Cuore guerriero”realizzato dalla classe 3B con il coordinamento dei docenti Anna Ucci e Andrea Pagnoni. La Menzione speciale, annunciata dal Direttore Generale del MIUR, Giovanna Boda, ha riempito di gioia gli studenti, i docenti e la Dirigente Anna Gennari, compiaciuta per l’alto riconoscimento ottenuto.

L’Associazione Claudio Rinaldi, giornalista morto nel 2007 di sclerosi a placche, direttore dei tre i piu’ importanti settimanali di notizie d’Italia, “L’Europeo”, “Panorama”, e da ultimo “L’Espresso, ha un duplice scopo: promuovere e diffondere la formazione civica europea in favore dei ragazzi nell’età dell’obbligo scolastico e diffondere la pratica del giornalismo che Rinaldi prediligeva sin dall’inizio della sua carriera.

Il tema del concorso nell’edizione del 2016 era “I giovani in prima pagina : personaggi e storie di coraggio e di impegno civile” per raccontare e documentare storie, personaggi, immagini e momenti di particolare interesse sul piano dei diritti e della convivenza civile che emergono nell’ambito della comunità territoriale dove i giovani vivono. La storia di vita e di coraggio di Ivan Cottini è subito balzata agli occhi degli studenti che hanno deciso di raccontarla in modo davvero originale: una intervista doppia sul modello delle Iene, il noto format televisivo.

Ed è stato un successo non solo per l’alto riconoscimento ottenuto, ma per aver scoperto un guerriero nel vero senso della parola, testimone forte della sua dolorosa esperienza, capace di forza e fermezza anche nei momenti più drammatici della vita.

Tra tanti esempi più o meno convincenti, ecco perché gli studenti lo hanno scelto.

Ivan è un vincente. Non potrebbe definirsi altrimenti chi, con coraggio e determinazione, è stato capace di ribaltare le avversità della sorte per trasformarle in energia propulsiva. Ivan è comunicatore di forte impatto: la sua costante presenza nei social network attraverso cui annuncia iniziative di solidarietà da lui promosse, lo pone all’attenzione dei giovani. Ivan è il guerriero che lotta per il diritto alla salute e per i diritti dei malati.

La sua è una lezione di coraggio, valida per tutti, e ancor prima di profonda dignità e consapevolezza di sé: progettando quello che può faree ancora potrà fare in futuro.
La lezione è chiara: non mollare mai, e rialzarsi dopo le cadute, sempre. Ed è per questo che gli studenti lo hanno scelto.

La menzione speciale è stata attribuita per “l’originale adattamento nel montaggio, ispirato ad un noto format televisivo (le Iene) e per la storia del protagonista scelto dal forte impatto emotivo”.
Fonte: adrianoolivetti.it

classe 3B

3B-Ivan

37 COMMENTS

Rispondi