L’amore per il mare e le sue tradizioni raccontate in una mostra al Lido di Fano – VIDEO

0
173

FANO – Far conoscere le tradizioni della marineria grazie alle proprie esperienze o attraverso i racconti di vita vissuta dei più anziani, far rivivere la storia del porto fanese, e se possibile, trasmettere ai più giovani la passione e le usanze del passato.
È questo l’obiettivo principale dell’incontro organizzato sabato scorso da “Porto Futuro” all’interno della sede dell’Associazione “Il Ridosso“.
Costituita oltre venti anni fa, ed esattamente nel 1999, l’organizzazione è nata con uno spirito di solidarietà ed una grande passione: l’amore per il mare.
Formata da una trentina di iscritti, ha svolto inizialmente un’attività di accoglienza verso i ragazzi di Chernobyl dopo il disastro nucleare.
Negli anni successivi, una volta raggiunto l’obiettivo prefissato, gli associati si sono impegnati per mantenere vivo il legame col mare allestendo un laboratorio con il materiale donato dalle famiglie dei pescatori.
Un’esposizione permanente creata all’interno della sede nella zona del Lido curata nei minimi dettagli, in cui in ogni particolare si notano le fatiche, il duro lavoro, ma anche i bei momenti di vita trascorsi insieme.
Foto d’epoca e quadri di famiglie residenti al porto che testimoniano il proprio vissuto, alcune reti da pesca usate per catturare i pesci quali le nasse, i cestini, gli attrezzi necessari per costruire le imbarcazioni quali l’ascia, pialletti ed altri strumenti utilizzati sin dai primi anni del ‘900.
Ma non solo, presenti anche diversi modellini di barche a vela con video che ne documentano la loro ricostruzione e la realizzazione.
Una storia, quella dei marinai ed ex pescatori fatta di sacrifici, di passione per il mare e soprattutto per il proprio lavoro.

La mostra è visitabile presso la sede dell’Associazione in Via Puccini a Fano su appuntamento a chiunque ne faccia richiesta, telefonando ai numeri indicati sul sito internet https://www.ilridosso.it/.

Questa sera, nel Tg Occhio alla Notizia delle 20.30, trasmetteremo un servizio dedicato alla mostra.

Cristiana Guerra

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here