Incendio in un appartamento. Muore bimba di 7 anni. Salve la mamma e la sorellina

0
1013

SERVIGLIANO (FERMO), 8 GEN – Una bambina di circa 7 anni è morta in un incendio divampato per cause ancora in corso di accertamento in un’abitazione a Servigliano (Fermo); sono salve invece la mamma e la sorellina di poco più piccole, che sono riuscite a lasciare la casa che si trova all’ingresso del paese. La madre si è svegliata a causa dell’odore acre del fumo ed è riuscita a portare fuori casa la figlia più piccola, poi ha tentato di rientrare in casa per prendere la più grande, ma non ci è riuscita. Solo i vigili fuoco, intervenuti da Amandola e Fermo sono poi riusciti a raggiungere la bambina, ma ormai non c’era più nulla da fare. La madre e la sorellina sono ricoverate al Pronto soccorso dell’ospedale di Fermo e sarebbero in buone condizioni. Si tratta di una famiglia dell’est Europa. L’allarme è scattato intorno alle 3. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri di Montegiorgio, la Croce Azzurra di Santa Vittoria in Matenano, il 118, e i vigili del fuoco di Amandola e Fermo, con due autopompe, un’autoscala e una Campagnola. E’ giunto anche il magistrato.

Si era trasferita lo scorso settembre a Servigliano nell’appartamento di Circonvallazione Clementina 138, la famiglia originaria del Kosovo nella cui abitazione si è sviluppato la notte scorsa, verso le 3, un incendio costato la vita a una bimba, sette anni ancora da compiere. Nella casa la vittima viveva con la sorellina più piccola, nata nel 2015, il padre, 40enne, operaio in una ditta edile, e la mamma, casalinga, poco più giovane. Al momento del rogo la madre si è svegliata sentendo un odore acre ed è riuscita a portare fuori solo la più piccola delle bimbe, nate in Italia, tra Marche e Abruzzo, senza poi riuscire a rientrare per salvare anche l’altra. Il padre sarebbe arrivato in un momento successivo quando la tragedia si era consumata. Sul posto ci sono ancora i vigili del fuoco, i carabinieri, gli esperti della scientifica e un magistrato della Procura di Fermo per i primi accertamenti finalizzati a ricostruire le cause dell’incendio nell’abitazione, ora sotto sequestro, situata al primo piano di una palazzina su due livelli nella cortina muraria del centro storico sulla Circonvallazione Clementina al civico 138.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here