Il presepe di San Marco a Fano: una bellezza unica ed un orgoglio per tutto il territorio

0
389

FANO – Sono 250 tra dipinti e diorami, più di 500 statuine che riproducono le scene del Vecchio e Nuovo Testamento su una superficie di 350 metri mq.
È l’opera d’arte e di ingegneria al tempo stesso, che da tanti anni, con grande passione ed orgoglio, Don Marco Polverari mostra a tutti i fanesi e turisti nelle cantine di Palazzo Bracci, in via Mura Sangallo.
Un Presepe che ogni anno, grazie al lavoro di bravissimi artigiani e artisti, si arricchisce di nuove rappresentazioni e figure sacre, molte delle quali meccanizzate.
Non mancano nevicate, giochi d’acqua, un enorme lago, così come gli affreschi e le molteplici scenografie curate da Maurizio Romagnoli, artista fanese noto anche all’estero.
Scendendo le scale per accedere all’ingresso del Presepe, non si può non rimanere affascinati da un’importante novità: la ricostruzione in scala, – anche se non ancora completata -, di Piazza XX Settembre. Quest’anno è stato aggiunto un ulteriore e nuovo elemento, ovvero la riproduzione della parte adiacente al teatro. Particolare la ricreazione della fontana con i suoi speciali giochi d’acqua che suscitano curiosità e ammirazione.
“Una rappresentazione della storia della Salvezza, di tutto il tempo prima e dopo il Natale, per  vedere con gli occhi del corpo le bellezze dello Spirito”, ha sottolineato Don Marco citando una frase di San Francesco.
Il presepe, si può visitare tutti i giorni fino al 6 gennaio al mattino dalle ore 09.30 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle 19.00, mentre fino a Pasqua è aperto tutte le domeniche pomeriggio.
L’accesso è consentito sempre nel rispetto delle norme anti contagio grazie all’aiuto dei volontari della Proloco, muniti di green pass e mascherina.

Cristiana Guerra

Sostienici

€0 su €10.000 raccolti
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €100,00

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here