Unione Pian del Bruscolo, furti in calo e rapine in lieve aumento

5
1375

PESARO – Nella mattinata odierna il Prefetto Dr. Luigi Pizzi ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla quale hanno partecipato i Vertici Provinciali delle Forze di Polizia, i Sindaci di Vallefoglia, Montelabbate e Monteciccardo – Comuni che, insieme a Tavullia, come è noto compongono l’Unione Pian del Bruscolo- il Comandante della Polizia Municipale di Pesaro e dell’Unione Pian del Bruscolo, (Corpi di Polizia Municipale uniti in convenzione) nel corso della quale si è proceduto ad una attenta disamina della situazione complessiva dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio della suindicata Unione, di rilevanza strategica sia dal punto di vista economico che dal punto di vista produttivo, tanto da essere considerata la seconda area produttiva della Provincia di Pesaro e Urbino. Negli anni lo sviluppo economico della zona ha avuto come conseguenza un forte incremento della popolazione, sia straniera che italiana proveniente da altre regioni, attratta dalle nuove prospettive occupazionali.

L’attuale congiuntura economica negativa ha avuto ripercussioni anche sul tessuto imprenditoriale locale, causando la chiusura di molte imprese e conseguentemente un significativo aumento della disoccupazione. Ciò nonostante sul territorio non si registrano particolari criticità per quanto concerne l’ordine pubblico sia con riferimento a manifestazioni per la difesa dei posti di lavoro, sia per quanto concerne l’aspetto dei rapporti tra le diverse comunità straniere e dell’integrazione.

Dall’analisi dell’andamento della criminalità nel periodo marzo2015/marzo2016, raffrontato con il corrispondente arco temporale marzo2014/marzo2015, si è registrata una sostanziale contrazione del numero dei reati in tutti i Comuni facenti parte dell’Unione (-15,9%) . I reati contro il patrimonio più rilevanti, quali i furti, sono diminuiti, mentre un lieve incremento si è registrato relativamente alle rapine. In particolare, si sono registrati n. 326 furti nel 2015 , (contro i 387 nel 2014) n. 7 rapine nel 2015 (contro le n. 4 rapine nel 2014), n. 46 danneggiamenti nel 2014 (contro i n. 42 nel 2014); In diminuzione i danneggiamenti seguiti da incendio : n. 3 nel 2015 , n. 6 nel 2014 . I reati connessi agli stupefacenti sono diminuiti, passando da n. 7 nel 2014 a n 5 nel 2015; invariato il numero dei furti negli esercizi commerciali, che sono stati, in totale, n. 28; un solo caso di violenza sessuale su maggiore di anni 14.

In tale sede è stata messa in evidenza l’intensa attività di prevenzione e di controllo posta in essere dalle Forze di Polizia in quel territorio, dove già insistono due Stazioni dell’Arma dei Carabinieri e cioè la Stazione Carabinieri di Montecchio di Vallefoglia e quella di Tavullia, che hanno competenza, rispettivamente, nei Comuni di Vallefoglia e di Montelabbate e di Tavullia, , mentre il territorio del Comune di Monteciccardo rientra nella competenza della Stazione Carabinieri di Mombaroccio. Tenuto conto poi che l’Unione dei Comuni ha una popolazione complessiva di oltre 30.000 abitanti, è stato concordato un rafforzamento dell’attività di controllo del territorio, attraverso un impiego più frequente del Reparto Prevenzione Crimine competente territorialmente e mediante, altresì, un più stretto raccordo tra il Corpo di Polizia dell’Unione ed i locali Comandi delle Forze dell’Ordine .

E’ stata ravvisata altresì la necessità di sensibilizzare adeguatamente gli imprenditori che operano nella zona, affinchè si dotino di sistemi di difesa passiva, quali telecamere e sistemi di allarmi, nonché di dispositivi di sicurezza attiva, mediante la stipula di apposite convenzioni, anche in forma associata, con i locali Istituti di Vigilanza Privata. Il Prefetto ha evidenziato la grande importanza della collaborazione da parte di tutti i cittadini che devono essere sensibilizzati , anche con la preziosa opera svolta dai Sindaci, sulla necessità di segnalare alle Forze di Polizia ogni presenza di persone che, in relazione al tempo ed al luogo, appaiono sospette nonché sulla necessità di dotare anch’essi le proprie abitazioni di adeguati sistemi di difesa passiva e di adottare tutte le cautele atte a prevenire episodi criminosi in loro danno che potranno essere illustrate nel corso di appositi incontri con la popolazione, alla presenza sia degli Amministratori locali che di appartenenti alle Forze di Polizia.

5 COMMENTS

  1. tutte stronzate… ormai la gente non denuncia più perché tanto è solo una perdita di tempo. io ho subito più di una ventina di furti e dopo i primi 4 denunciati mi sono arreso all’inerzia e alla complicità delle istituzioni …..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here