Detenuto tenta il suicidio in carcere. Salvato dalla Polizia Penitenziaria

0
1425

ANCONA – Ha tentato di uccidersi nella sua cella del carcere di MONTACUTO, ad Ancona. Protagonista, ieri mattina, un detenuto tunisino di 32 anni, con fine pena 2016 per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

“L’insano gesto – posto in essere mediante impiccamento – non è stato consumato per il tempestivo intervento dei poliziotti penitenziari, ma l’ennesimo evento critico accaduto in un carcere italiano è sintomatico di quali e quanti disagi caratterizzano la quotidianità penitenziaria”, denuncia Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

Il SAPPE, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri, informa con il segretario regionale delle Marche Nicandro SILVESTRI che “alla data del 28 febbraio scorso erano detenute a Montacuto 166 persone. Nel penitenziario, negli ultimi dodici mesi del 2014, si sono contati il suicidio di un detenuto, 7 tentati suicidi sventati in tempo dai Baschi Azzurri, 103 episodi di autolesionismo e 36 colluttazioni. Per fortuna delle Istituzioni, gli uomini della Polizia Penitenziaria svolgono quotidianamente il servizio in carcere – come a Montacuto – con professionalità, zelo, abnegazione e soprattutto umanità, pur in un contesto assai complicato per il ripetersi di eventi critici. Ma devono assumersi provvedimenti concreti: non si può lasciare solamente al sacrificio e alla professionalità delle donne e degli uomini della Polizia Penitenziaria la gestione quotidiana delle costanti criticità delle carceri marchigiane e del Paese tutto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here