Corteo vietato a Forza Nuova: “A Fano un dispiegamento inutile di polizia”

0
1121

FANO – “Dopo i divieti di ieri della questura atti a impedire la commemorazione voluta da Forza Nuova per la ricorrenza dei martiri delle foibe a Fano, i nostri dirigenti avevano poi privatamente e chiaramente avvertito che non avremmo più manifestato. Invece la questura di Pesaro ha ben pensato di militarizzare comunque la zona del Pincio (vicino al monumento) con tanto di celerini e pattuglie della digos in uno “scenario surreale” in cui le forze dell’ordine, schierate in assetto antisommossa, badavano di fatto al nulla.

Il fatto sconcertante è che proprio oggi in un articolo del Sindacato Autonomo di Polizia di Pesaro e Urbino (1) si legge che i poliziotti sono “costretti ad operare nel contesto di un apparato della sicurezza ormai debilitato e dove le libertà fondamentali di espressione in dissenso con l’attuale gestione vengono represse (…). Le pesanti carenze di organico (…), la macroscopica inadeguatezza dell’attrezzatura (…) lo sfacelo di molte strutture in cui alloggia e opera il personale (…) I poliziotti vogliono garantire la sicurezza della brava gente, ma il loro servizio è pregiudicato da pesanti tagli di bilancio e politiche inefficaci”.

Alla luce di quanto appena letto sarebbe interessante chiedere al questore Lauriola quanto è venuto a costare ai contribuenti questo “servizio” dalla più che dubbia utilità.

Oltretutto si precisa che le nostre manifestazioni si svolgono sempre correttamente, pacificamente e sono volte al rispetto dell’ordine pubblico e della legalità. Sicché è ancor più lecito chiedersi a cosa sia davvero servito un simile dispiegamento di forze dell’ordine”.

Forza Nuova Pesaro Urbino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here