Chiusura del passaggio a livello, M5S: “Un consiglio che non si lascia consigliare”

0
1336

MONDOLFO – Seduta fiume e “bagarre” di quasi 6 ore fino a notte inoltrata, mercoledì 18 Febbraio al Consiglio Comunale di Mondolfo: non accadeva da anni !!!
Nonostante quanto promesso dal Sindaco Dott. Cavallo e dal Vicesindaco Carloni ai cittadini in occasione di una recente e affollata assemblea a Marotta presso la Croce Rossa, e anche dopo un successivo scambio di pareri tecnici, da cui era parso di cogliere della disponibilità a rivedere il progetto del passaggio a livello, “i nodi sono venuti al pettine” e fin dalle prime battute del Consiglio è emersa la chiara intenzione della maggioranza di rifiutare modifiche sostanziali al progetto. Contrariamente alle aspettative, durante il consiglio tutto è diventato irrealizzabile e quando alcuni rappresentanti della minoranza hanno chiesto se fosse esistito un documento che dimostrasse la non fattibilità dell’opera gli è stato semplicemente risposto in maniera negativa… e quindi tutti gli studi di fattibilità che dovevano essere eseguiti per valutare le opere, come sono stati fatti e soprattutto… sono stati fatti? I dinieghi su cosa si basano ufficialmente?
E’ stato abbastanza penoso notare lo svolgimento del tutto già dall’inizio, momento in cui si è capito che l’amministrazione voleva procedere alla votazione prima della discussione sull’argomento da votare… quale può essere la motivazione per procedere in questa maniera? Per i consiglieri di minoranza in rappresentanza della cittadinanza presente ha insistito per poter discutere prima di votare.
Visto il tema caldo trattato era quasi scontato che il consiglio si svolgesse in un’atmosfera non proprio rilassata: oltre al pubblico presente molto preso ed adirato anche i consiglieri hanno fatto la loro parte. Non poteva mancare un “mini-teatrino” della politica dopo che sul punto riguardante il nuovo sottopassaggio pedonale in via Ariosto. I consiglieri di maggioranza Manna e Carboni hanno votato con l’opposizione decretando un pareggio e portando di fatto il sindaco ad interrompere la seduta e ad invitare i consiglieri di maggioranza a votare compatti. Al rientro dalla sospensione l’esito della votazione non è cambiato, portando così per regolamento l’amministrazione a rivedere il punto nel prossimo consiglio. E’ stato triste vedere come forse per pressioni politiche un consigliere si sia sentito probabilmente in dovere di lasciare l’aula per non ostacolare la giunta nelle successive valutazioni.
La maggioranza ne esce fuori sconfitta politicamente, sia per un fatto numerico sia perché ha dimostrato con tenacia e tracotanza di voler andare avanti per la sua strada senza tener conto delle richieste dei cittadini e ciò contribuisce al clima di sfiducia e rassegnazione e che allontanano sempre più la politica dai problemi reali della gente.
Mondolfo Marotta in movimento sostiene con forza le soluzioni proposte della cittadinanza, ovvero sopraelevata e rampa invece dei gradini e quindi appoggia quelle associazioni che perseguono tale interesse indipendentemente dagli schieramenti politici. Il movimento continua quindi autonomamente con la raccolta firme e nell’opera di informazione ai cittadini durante i mercati rionali del mercoledì e del venerdi a Marotta.

Da
Mondolfo Marotta in Movimento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here