Cecchi, Tale’: “sacrosanto diritto degli studenti fanesi”.

0
600

“Il riconoscimento di un sacrosanto diritto degli studenti fanesi e di quelli residenti nelle vallate del Metauro e del Cesano”. E’ questa, in sintesi, per il consigliere regionale Federico Talè, l’essenza del via libera pronunciato ieri dalla giunta regionale per la realizzazione della sede distaccata dell’Agrario ‘Cecchi’ a Fano, dopo che lo stesso esecutivo, settimana scorsa, aveva espresso parere negativo. “Fin da subito – spiega Talè – avevo sostenuto che la circolare che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha inviato il 5 dicembre ai direttori degli uffici scolastici regionali non impediva la creazione di una sede distaccata di un istituto in un ambito diverso da quello della sede centrale; tanto più, che eravamo di fronte ad una circolare, appunto, e non ad una norma di legge vincolante, emanata quando ormai l’iter per il ‘Cecchi’ nella Città della Fortuna si poteva dire concluso, visto che c’era da tempo l’accordo di tutti gli attori coinvolti, scolastici e istituzionali. Bene ha fatto la giunta, che ringrazio, a modificare la propria delibera originale, riconoscendo, ripeto, un sacrosanto diritto in termini di offerta formativa non solo per Fano, ma per tutto il suo entroterra. Un diritto per il quale mi son battuto da subito, ritenendo che la vocazione agraria della Città della Fortuna dovesse avere una risposta chiara ed efficace, anche per stoppare l’esodo degli studenti della vallata del Cesano verso Senigallia. Adesso altre battaglie ci attendono, per assicurare a Fano e a tutti i centri del suo entroterra il rispetto e le garanzie che spettano loro”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here