Casa isolata in campagna trasformata in luogo di spaccio. Un arresto

Casa isolata in campagna trasformata in luogo di spaccio. Un arresto

L’avvicinarsi della stagione estiva, la conclusione dell’anno scolastico, la voglia di attardarsi in riva al mare in gruppi di amici talvolta comporta l’uso collettivo di hascisc e marjuana. Seguendo le abitudini dei giovani e ripercorrendo a ritroso le vie di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Fano sono giunti in località Roncosambaccio. In una casa isolata e circondata da animali da cortile, vive un italiano, M. E. di 29 anni, che, convinto di poterla far franca vista la posizione strategica e dominante della sua abitazione, aveva avviato un fiorente commercio di sostanze stupefacenti.

Osservato l’andirivieni di giovani e giovanissimi, conosciuti quali assuntori droghe, i militari hanno deciso di fare irruzione nella villetta dove, abilmente occultati rinvenivano 30 ovuli contenenti hashish per un peso complessivo di circa 280 grammi, oltre a un bilancino di precisione, al materiale per il confezionamento e denaro contante per 300 euro, sicuro provento di spaccio.
Il confezionamento dell’hascisc in ovuli “ovuli” da 10 grammi cadauno era funzionale a velocizzare la trattativa e lo scambio del denaro con la droga.
Il 29enne vè stato arrestato in flagranza di reato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e condotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Condividi:

Rispondi