Canale Albani: aumenta l’immissione di acqua di pozzo per affrontare la siccità

0
265

FANO – Su richiesta dell’Ufficio Ecologia Urbana del Comune di Fano, in considerazione della prolungata siccità, è stato attivato a partire dal 24 giugno – grazie alla disponibilità e alla collaborazione di ASET Spa – il pozzo per l’immissione programmata di quantitativi d’acqua (non potabile) nel Canale Albani.

In questo modo, nonostante le elevate temperature e le scarse precipitazioni, è stato fino ad oggi possibile garantire il ricambio e l’apporto di ossigeno all’acqua del canale al fine di garantire il benessere della fauna e di evitare i disagi che si sono verificati ciclicamente negli anni passati.

Tuttavia il prolungarsi della straordinaria siccità di quest’anno rende ormai insufficiente il mezzo milione di litri immessi settimanalmente e per questo motivo a partire da oggi e per l’intera settimana l’immissione sarà aumentata a circa tre milioni di litri. Un intervento necessario per garantire in particolare la qualità dell’acqua ma anche, in qualche misura, un apporto quantitativo al canale.

Va infatti sottolineato che la Regione Marche, nonostante la formale richiesta dal Sindaco, non ha concesso la deroga per il rilascio del DVM (deflusso minimo vitale) al Canale Albani, rendendo quindi necessaria un’autonoma iniziativa del Comune di Fano al fine di scongiurare i disagi registrati in passato e i rischi igienico-sanitari ad essi correlati.

L’opera di monitoraggio del Canale Albani – da parte di ENEL Green Power, di ASET Spa e del Ufficio Ecologia Urbana del Comune di Fano – è quotidiana e, unita a una collaudata collaborazione tra i vari soggetti impegnati, sta comunque consentendo di affrontare nel migliore dei modi possibili questa difficile fase.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here