Cambio di programma: domenica c’è la ColleMar-athon, ma si corre da soli

0
175

FANO – Le emozioni non saranno le stesse, l’adrenalina nemmeno. Ma quando arriva maggio sale la voglia di ColleMar-athon e non ci sono decreti o virus che tengano.
La situazione sanitaria mondiale ha fatto alzare bandiera bianca a tutte le manifestazioni sportive in programma tra cui la Maratona dei Valori che si sarebbe dovuta correre domenica 3 maggio con partenza da Barchi per la 42km e da Mondolfo per la 21 (Half Marathon). La quarantena però non ha fermato la voglia di correre dei podisti che avevano già da tempo segnato in rosso sul calendario questa data.

Ecco che allora il comitato organizzatore ha pensato ad un’iniziativa che servirà a far sentire meno la nostalgia della ColleMar-athon e, anche se virtualmente, convoglierà i runner in un unico grande abbraccio virtuale: la Collemar-Covid.

L’invito, ovviamente rispettando le norme imposte dal Governo, che ricordiamo fino a domenica 3 maggio prevedono attività fisica solo nei pressi della propria abitazione, è quello di correre singolarmente la propria gara e mandare poi alla fine una foto, con tanto di tempo certificato da un App o da un Gps, agli organizzatori che provvederanno poi a creare un collage fotografico visibile sui social.

Più che una gara quindi, sarà un modo per restare Distanti ma Vicini, tanto che ai partecipanti è data facoltà di percorrere la distanza che più preferiscono, sia essa la maratona, la mezza maratona o solo qualche chilometro, magari facendo più volte il giro del giardino.

Gli unici vincoli sono quelli temporali: si deve terminare la distanza scelta (anche a tappe) tra le 6 e le 18 e al termine occorre postare su facebook la foto e la prova gps seguita da #18ColleMar-Covid.

Per far sembrare tutto ancora più vero, inviando una mail all’indirizzo
club@collemar-athon.com, oltre a confermare la propria partecipazione, si riceverà il pettorale da stampare e attaccare alla propria maglietta (per avere il pettorale occorre prenotarsi entro le ore 18 del primo maggio).

“Sulla scia di altre maratone, come quella di Madrid – spiegano gli organizzatori – abbiamo pensato ad un modo per far sapere ai nostri atleti che siamo loro vicini anche se l’emergenza Covid ci ha scombinato i piani. Attenzione però, l’iniziativa deve svolgersi nel pieno rispetto delle regole quindi chi decide di partecipare deve assolutamente mantenere le distanze di sicurezza, evitare assembramenti e non allontanarsi troppo da casa”.

E chi non se la sentisse di correre può tranquillamente passeggiare in giardino o fare su e giù per la scale perché mai come in questo caso “l’importante è partecipare”, ovviamente mantenendo le distanze, nel rispetto delle regole e tenendo fede al concetto di Maratona dei Valori che anche quest’anno ha trovato la sua esaltazione come confermano gli 845,00€ donati a Marche Nord, frutto della rinuncia al rimborso della quota da parte di quegli atleti che si erano già iscritti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here