Bertoglio: “Il Prefetto censuri Ricci per il comportamento in consiglio comunale”

0
183

PESARO – “Ieri durante il consiglio comunale, convocato per esaminare le criticità dell’emergenza, il Sindaco Matteo Ricci è stato messo di fronte alla dura realtà dei fatti.

I numeri drammatici che hanno segnato questi due mesi Pesaro, con le relative lacune del suo diretto operato nella gestione della fase 1 dell’emergenza, oltre alla sua condotta a dir poco inadeguata vista la gravità della situazione pandemica.

Queste in sintesi, le dichiarazioni di Nicola Baiocchi, capogruppo di Fratelli d’Italia – Prima c’è Pesaro, durante il suo intervento.

Ma sul finire, il Sindaco Ricci, forse convinto di essere in una trasmissione tv (visto che il Consiglio era in videoconferenza) interviene senza diritto di parola in quel momento, tanto da essere richiamato più volte dal Presidente del Consiglio Comunale, con rabbia, arroganza, classica di chi vuole avere la meglio, ma senza dibattere democraticamente e di fatto scegliendo una vergognosa violenza verbale con offese e denigrazioni personali, dirette più volte al Consigliere Nicola Baiocchi.

Chi è seduto in Consiglio Comunale, è democraticamente eletto dai cittadini di Pesaro e il Consiglio Comunale è il luogo di massima istituzione per la rappresentanza politica e democratica Comunale, luogo di dibattito, di confronto, anche di scontro, ma sempre costruttivo e rispettoso, ma da ieri purtroppo per qualcuno non lo è più.

Chiedo ufficialmente e pubblicamente al Prefetto di Pesaro, di intervenire in questa triste vicenda per richiamare all’ordine il Sindaco per i suoi comportamenti e le sue dichiarazioni poco istituzionali con un provvedimento di censura.

Certo e sicuro che se quanto dichiarato dal Consigliere Nicola Baiocchi, troverà i giusti riscontri, ci saranno le sedi opportune per dibattere quanto è stato fatto e quello che si poteva fare, ma non si è fatto”.

Rispondi