Bando “Sport e Periferie 2020”, Colli al Metauro esulta due volte

0
103

COLLI AL METAURO – Solo cinque Comuni della provincia hanno ottenuto il finanziamento e Colli al Metauro fa il bis con ben due progetti finanziati.
Il primo riguarda la completa rigenerazione della Palestra Ciancamerla di Calcinelli ed include anche l’adeguamento sismico, l’efficientamento energetico e l’abbattimento di barriere architettoniche dell’edificio. Con l’intervento prospettato e gli standard di sicurezza che verranno raggiunti, la palestra diventerà un edificio “strategico” di classe 4 atto ad accogliere la comunità in caso di eventi calamitosi. Per questo progetto Colli al Metauro è stata premiata con un finanziamento di 700mila euro. A questa somma si aggiungerà un ulteriore contributo di circa 160mila euro proveniente dal GSE per l’efficientamento energetico dell’edificio.
Il secondo progetto è quello del cd. “Stadio della Pesca” sul fiume Metauro in località Tavernelle, presentato dalla Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee (FIPSAS) sulla base di un’intesa con l’Amministrazione comunale di Colli al Metauro e beneficiante di un contributo pari a 147mila euro.
Si tratta di due grandi notizie che hanno lasciato molto soddisfatto il vicesindaco f.f. di Colli al Metauro perché sono il frutto del lavoro paziente e scrupoloso e perché sono la dimostrazione che grazie alla caparbietà, all’impegno comune e coordinato di tecnici ed amministratori è possibile intercettare importanti finanziamenti.
Grande soddisfazione anche da parte dell’Assessore di riferimento perché è la coronazione di un gran lavoro progettuale, fortemente voluto da questa Amministrazione, che ha coinvolto diverse competenze interne ed esterne al Comune. I rilevanti finanziamenti ottenuti per la Palestra Ciancamerla permetteranno di realizzare lavori ormai estremamente necessari su una struttura “chiave” del nostro territorio, utilizzata da scuole e società sportive, e con un ruolo importante anche in caso di calamità tali da attivare il Piano Comunale di Protezione Civile. Si avrà, finalmente, una struttura più fruibile e accessibile, adeguata sismicamente ed efficiente dal punto di vista energetico e tecnologico, con importanti e positive ripercussioni sull’ambiente e sulle casse comunali.
Per quanto riguarda il progetto dello Stadio della pesca, si precisa che era un progetto risalente alla fine degli anni ’90, i cui lavori furono iniziati dalla Provincia in collaborazione con l’ex Comune di Serrungarina e mai portati a termine per dei ricorsi legali rivelatisi, poi, infondati. L’attuale amministrazione, con tenacia, ha rispolverato il progetto in parola, lo ha adeguato tecnicamente e lo ha proposto alla FIPSAS affinché lo presentasse nell’ambito del bando. Inoltre, l’Amministrazione intende condividere il risultato ottenuto con l’ex Consigliere Regionale Gino Traversini, figura importante di FIPSAS a livello locale, che ha condiviso l’iter di presentazione del progetto. Questa è la dimostrazione che la “sana politica”, quella fatta dalle brave persone, esiste e quando si ha la capacità di capire le esigenze dei territori, di non nascondersi dietro le “dritte di partito” come troppo spesso accade, poi sono i risultati visibili e concreti quelli che restano a futura memoria per tutti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here