Azimut Benetti, Ricciatti (SI): “Aprire un tavolo di crisi al Mise”

3
1478

FANO – Aprire tempestivamente un tavolo di crisi al Mise per scongiurare la chiusura dello stabilimento Azimut-Benetti di Fano. Lo chiede l’on. Lara Ricciatti (Si) in una interrogazione parlamentare depositata questa mattina alla Camera dei Deputati. “È necessario intervenire in tempi rapidi su questa vertenza, che rischia di assestare l’ennesimo duro colpo al settore della nautica nella Val Metauro, fino a poco tempo fa punta di diamante dell’economia del nostro territorio”, afferma la deputata fanese di Sinistra Italiana. “Le risposte fornite sino ad oggi dall’azienda non paiono giustificare assolutamente la chiusura di una realtà produttiva così importante e con standard qualitativi così elevati. La logica di riduzione dei costi non può derogare alla responsabilità sociale che un’impresa deve avere nei confronti del territorio”. “Date le dimensioni del gruppo, credo sia opportuno che la vertenza venga portata a Roma, per avere maggiore forza nella trattativa e per provare a valutare alternative per rafforzare, anziché dismettere, questo sito produttivo”. “Ritengo importante la partecipazione del Comune di Fano, che si è mostrato sensibile sin dalle prime ore a questa vertenza, al tavolo di crisi. Deve essere chiaro – conclude Ricciatti – che in gioco non c’è soltanto il rapporto tra l’azienda ed i suoi lavoratori, ma il benessere di un intero territorio”.

3 COMMENTS

Rispondi