5X1000 al Comune, Santorelli: “Mancanza di idee della maggioranza”

0
1044

FANO – “Dopo dieci mesi di immobilismo la proposta della lista “ Noi Giovani Seri” di devolvere il cinque per mille all’Amministrazione Comunale denuncia in tutta la sua drammaticità la mancanza di idee della maggioranza e la difficoltà ad affrontare le scelte del bilancio avendo rinviato e lasciato insolute quelle politiche e amministrative.
Non è fagocitando anche le esigue risorse delle associazioni che si salva questa città. Anzi il compito dell’amministrazione dovrebbe essere proprio quello di creare i presupposti affinché imprese, famiglie ed associazioni siano poste nelle condizioni di farla crescere. Invece si ignora la sussidiarietà rincorrendo la spesa.
In queste settimane abbiamo assistito basiti a dichiarazioni che, in mancanza di scelte politico/amministrative, riproponevano l’aumento dei balzelli, la necessità di maggiori introiti dalle multe, l’appello (che rimarrà inascoltato) per una più equa ripartizione dei trasferimenti regionali e statali, il reperimento di risorse da Aset (sempre soldi nostri), il riferimento alla necessità di attingere ai finanziamenti europei (senza indicare su quali progetti), il pianto per una spese per i minori non accompagnati che ha superato il milione e duecentomila euro l’anno (senza progetti alternativi), la cassazione dei contributi ad associazioni e circoli anziani. Potremmo continuare, ma di fronte a questo fare appello ai cittadini per donare il cinque per mille al Comune per mantenere lo status quo, in alternativa alla vivacità dell’associazionismo fanese, è veramente troppo. Neppure ai tempi dei soviet succedeva questo.
Ricordiamo al Sindaco che il suo programma, quello con il quale ha vinto le primarie, poneva la sussidiarietà ai primi posti e lo ha distinto dagli altri candidati.
La giunta faccia le scelte. Il bilancio preventivo non è solo uno strumento contabile: indica le priorità delle scelte politico-amministrative non solo dell’Azienda Comune ma che coinvolgono tutta la Comunità. Ma per far questo occorre fare le scelte e non mettere le pezze.
Si prospetta la revisione del PRG e non si è fatto nulla per l’Ospedale, l’aeroporto e per il lavoro che rimane il primo impegno per far riprendere questa Città.
Auspichiamo che la proposta che è stata avanzata sia solo il frutto della inesperienza e della ignoranza; dovremmo tutti aprire una profonda e serena riflessione affinché si creino le condizioni che portino alla guida di enti o amministrazioni persone che abbiano l’esperienza e le capacità necessarie per rappresentare, con cognizione di causa, una linea politica”.

Alberto Santorelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here