Trentennale della Schola Cantorum diocesana, trasferta romana sulla tomba di Pietro e Filippo

Trentennale della Schola Cantorum diocesana, trasferta romana sulla tomba di Pietro e Filippo

FANO – “In occasione del 30° anno di vita della Schola Cantorum diocesana, il vescovo Armando ha voluto omaggiarci con un bel pensiero, da destinare come meglio avremmo creduto. Data la ricorrenza del duecento anni dalla nascita di San Giovanni Bosco e del cinqucentenario della nascita di San Filippo Neri, patroni delle parrocchie di Villanova e Montemaggiore, abbiamo deciso di destinare il suo dono ad una straordinaria trasferta romana con visita alla basilica di San Pietro e alla chiesa di San Filippo Neri a Roma. Lo scorso 8 febbraio il coro diocesano ha animato la liturgia delle 12.15 in San Pietro, celebrata dal Cardinale Elio Sgreccia, diretto dal Maestro Stefano Venturi e accompagnato all’organo dal Maestro Angelo Bertozzi. L’ingresso a San Pietro è sempre un po’ emozionante di per sé. Passare di fronte alla tomba di Giovanni Paolo II non ha potuto che destare in noi una commozione particolare. Eravamo convinti di dover celebrare messa in un altare laterale, secondario; invece abbiamo cantato proprio nell’abside principale, che emozione!
Dopo un breve check di organo, microfoni e voci polifoniche, siamo usciti dalla basilica, per assistere all’Angelus domenicale di Papa Francesco. Con il cuore aperto dalle sue parole, siamo tornati velocemente ai nostri posti pronti per iniziare quella messa che non dimenticheremo mai!
Mentre cantavamo, eravamo pieni di stupore per quell’arte incantevole che ci circondava, il nostro udito era deliziato da un’acustica meravigliosa, ed il cuore pieno di gioia nel dar lode al Signore proprio nella sede della nostra Chiesa.
Il pomeriggio abbiamo voluto rendere omaggio a San Filippo Neri, il Santo della gioia, e patrono della parrocchia di Montemaggiore, che insieme a quella di Lucrezia ci hanno allegramente accompagnato in questo pellegrinaggio. Il giovane sacerdote della chiesa di Santa Maria in Vallicella, fatta costruire da San Filippo Neri e che custodisce oggi le sue spoglie, ci ha parlato della vita del Santo, del suo desiderio di santità fin dalla giovane età, della sua inesauribile ed esaudita richiesta di Spirito Santo e del suo cuore fisicamente più grande perché il Signore ha voluto renderlo capace di amare in modo straordinario! In suo onore abbiamo eseguito alcuni brani di lode e affidamento, diretti dal Maestro Daniele Severi e accompagnati all’organo dal Maestro Angelo Bertozzi. Con una preghiera di invocazione a San Filippo Neri sulle nostre vite, si è conclusa la giornata.
Un grazie di cuore va al nostro vescovo Armando per averci fatto un così bel regalo! Un immenso grazie al Maestro don Marco Mascarucci, da sempre l’anima del coro diocesano, e ai Maestri Daniele Severi e Stefano Venturi per averci sopportati, formati e preparati per ogni occasione e in special modo per questo evento. Grazie perché da tanti anni mettono il loro talento e la loro passione per la musica al servizio del Signore. Grazie a Don Alcide, parroco di Montemaggiore, per l’impeccabile organizzazione e alle comunità parrocchiali di Lucrezia, Villanova e Montemaggiore per averci accompagnati in questa giornata speciale”.

Alessandra Franceschetti

Condividi:

Rispondi