Terremoto, transennata e chiusa la chiesa di Santa Maria Nuova a Fano

Terremoto, transennata e chiusa la chiesa di Santa Maria Nuova a Fano

FANO – Transennata e poi chiusa la chiesa di Santa Maria Nuova in centro storico a Fano per la caduta di calcinacci. Il terremoto di questa mattina di 6.5 delle 7.41 ha provocato danni alla storica struttura acquisita nel 1519 dai Frati Minori Osservanti che vi si trasferirono dall’antico convento extraurbano di San Lazzaro. La vecchia Chiesa di S. Salvatore venne riconsacrata nel 1557 e intitolata a S. Maria Nuova.  Il Portale a Candeliere, proveniente dal vecchio edificio, è opera di Bernardino di Pietro da Carona. Il Portico a tre arcate fu probabilmente realizzato dallo scalpellino Giovanni Bosso. Nell’interno ad una navata unica di stile tardobarocco, si conservano pregevoli dipinti: la Visitazione, di Giovanni Santi, l’ Annunciazione e la Madonna con Bambino e Santi, di Pietro Perugino. La predella con le Storie della Vergine di quest’ultima pala è attribuita da alcuni studiosi al giovane Raffaello Sanzio. Si può inoltre ammirare il pregevole coro ligneo intarsiato e intagliato realizzato alla fine del XV secolo.

Verifiche in corso da parte dei Vigili del Fuoco anche nella Cattedrale Duomo di Fano.

whatsapp-image-2016-10-30-at-10-38-16

 

Condividi:

Rispondi