Pusher arrestato dai carabinieri di Fano. Spacciava alla stazione

Pusher arrestato dai carabinieri di Fano. Spacciava alla stazione

FANO – Nel prosieguo delle attività di contrasto al fenomeno dello spaccio ed uso di sostanze stupefacenti nella zona della stazione ferroviaria di Fano, il personale della Stazione Carabinieri di San Lorenzo in Campo e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Fano, pedinando un noto assuntore di eroina di Mondolfo, ha osservato un contatto sospetto con un magrebino lungo i binari. Dopo un frettoloso scambio il cliente si allontanava velocemente dalla zona. Fermato e controllato con due dosi di eroina ancora in mano, immediatamente dichiarava di averle acquistate poco prima dal magrebino al prezzo di 80 euro. Altri militari, nel frattempo, avevano inseguito lo spacciatore che è riuscito, prima di essere bloccato, a disfarsi di diverse dosi di eroina (recuperate poi in parte) gettandole sotto le autovetture in sosta e lanciandole nelle sterpaglie.

Nel corso della perquisizione personale effettuate nei confronti del magrebino, M.A. 54enne tunisino, è stata rinvenuta una ingente somma di denaro, sicuramente provento dall’attività di spaccio di droga visto che lo straniero non svolge nessuna attività lavorativa. Estesa la perquisizione presso un piccolo capanno vicino alla stazione ferroviaria, dove il tunisino dormiva, i carabinieri hanno trovato un bilancino elettronico di precisione, altre dosi e denaro contante. In totale sono stati sequestrati 10 grammi di eroina, denaro contante per quasi 2.000 euro e un bilancino elettronico di precisione. Dall’analisi del materiale sequestrato e dai tabulati telefonici è emerso che M.A. era solito spacciare eroina tra Rimini ad Ancona privilegiando come luogo di incontro con i tossicodipendenti le stazioni ferroviarie delle principali città del litorale. Il tunisino è stato tratto in arresto e condotto al carcere di Pesaro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Condividi:

Rispondi