Premiati 20 “Comuni Ricicloni per la Regione Marche 2015” – VIDEO

Premiati 20 “Comuni Ricicloni per la Regione Marche 2015” – VIDEO

PESARO – Sono 20 i comuni della provincia di Pesaro e Urbino che si sono aggiudicati il titolo di “Comune Riciclone per la Regione Marche 2015” superando il 65% di raccolta differenziata nell’anno 2014, percentuale prevista dal Codice dell’Ambiente.

Sfiora l’80% di raccolta differenziata il comune di Mondolfo (79,02%); seguono, sempre con percentuali sopra il 70%, i comuni di San Costanzo con il 76,74%, Sant’Ippolito con 75,52%, Monte Porzio con il 74,50%, Saltara con il 74,12%, Montefelcino 74,10%, Mondavio 73,98%, Cartoceto 73,95%, San Lorenzo in Campo 73,59%, Fano 72,78%, Serrungarina 71,85%, Piagge 71,78%, Barchi 71,77%, San Giorgio di Pesaro 71,51%, Montemaggiore al Metauro 71,47% e Orciano di Pesaro 71,2%. Sotto al 70% ma sempre sopra alla percentuale prevista dalla legge i comuni di Fossombrone con il 68,33%, Montecalvo in Foglia con il 66,63%, Montelabbate 66,63% e Pesaro 65,72%.

La percentuale di raccolta differenziata nella provincia di Pesaro Urbino si attesta per l’anno 2014 al 60,51%, con un incremento del 2,66% rispetto all’anno precedente. Il territorio ha continuato ad investire nella raccolta differenziata, ottenendo buoni risultati, visto il costante aumento del numero di Comuni che hanno raggiunto il 65% di raccolta differenziata, da 17 a 20, ma i dati evidenziano che la provincia è ancora al di sotto della media regionale, che per la percentuale di raccolta differenziata è al 63,37%. Gli abitanti della provincia di Pesaro e Urbino sono quelli che producono più rifiuti in tutta la regione, 558kg per abitante contro la media regionale che è di 488kg/pro capite.

Sono 123 i Comuni marchigiani che hanno superato il 65% di raccolta differenziata prevista dalla legge nell’anno 2014 e che si aggiudicano i 95mila euro messi in palio dalla Regione Marche che sta adottando l’atto di riparto delle risorse per il premio ai comuni vincitori. I vincitori hanno anche ricevuto una targa realizzata in materiale riciclato dal Laboratorio Linfa. Al comune più riciclone della provincia è stato donato un elettrodomestico rigenerato nell’ambito del progetto Second Life promosso da Legambiente e Adriatica Green Power come esempio di buona gestione del ciclo dei rifiuti e di economia circolare.

Sono state consegnate, inoltre, due menzioni speciali: all’Aset spa, per aver superato il 65% di raccolta differenziata nei comuni gestiti, e all’Unione Roveresca, per aver superato il 70% di raccolta differenziata nei comuni serviti.

Questa edizione è stata dedicata, grazie anche alla consegna di una targa ricordo, a Massimo Mariani per la competenza, il rigore scientifico, la disponibilità e la gentilezza che ha sempre dimostrato nel suo lavoro svolto presso l’ARPA Marche nell’ambito del Catasto regionale dei rifiuti.

L’Assessore regionale all’Ambiente Angelo Sciapichetti, nel congratularsi con i 20 Comuni che hanno superato la soglia di legge del 65%, ha auspicato che nel territorio pesarese altri Comuni possano migliorare nel breve periodo le loro performance di raccolta differenziata attraverso una vasta sensibilizzazione dei cittadini e della società civile ed economica a favore di uno sviluppo sempre più sostenibile e libero dai rifiuti.

 

“Aumentano i Comuni virtuosi nella raccolta differenziata – ha evidenziato il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini –, numero che ci auguriamo cresca sempre di più. Proprio per questo, all’interno dell’Ata Rifiuti di cui sono presidente, è stato costituito un comitato tecnico con 12 sindaci del territorio provinciale, che si occuperà di pianificare una strategia per centrare gli obiettivi sulla raccolta differenziata ed il riuso delle materie prime”.

 

“Partendo da un evidente e positivo miglioramento, aumentare la percentuale e la qualità della raccolta differenziata, puntare sulla riduzione dei rifiuti sono i principali obiettivi che i Comuni della provincia di Pesaro e Urbino dovranno perseguire – hanno dichiarato Stefano Ciafani e Enzo Frulla, rispettivamente Vice Presidente di Legambiente e Presidente del Circolo Legambiente “Il Ragusello” di Pesaro -. Esiste un forte interesse tra le amministrazioni comunali ma è necessario accompagnare coloro che non hanno ancora ottenuto buoni risultati, puntando sul passaggio da tassa a tariffa così da perseguire un sistema più equo ed efficiente. Il valore e l’importanza della raccolta differenziata porta a porta e dei benefici ambientali, economici e sociali oggi sono realtà, come ci dimostrano le tante esperienze avviate, che hanno fatto della gestione dei rifiuti un’opportunità per il territorio. Ed è per questo che è importante accelerare il processo di maturazione in questa Provincia, per avviare percorsi innovativi e utili ai cittadini e al territorio”.

 

Alla premiazione, a cui sono stati invitati tutti gli amministratori e i gestori dei rifiuti della provincia, hanno preso parte l’Assessore all’Ambiente della Regione Marche Angelo Schiapichetti; il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini; il vice presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani; il referente Conai per la Regione Marche Luca Piatto; il coordinatore della raccolta del COOU Marco Paolilli; la Presidente di Legambiente Marche Francesca Pulcini, il presidente del circolo Legambiente di Pesaro Enzo Frulla e Simone Brunetti di Second Life.

L’iniziativa è promossa da Regione Marche e Legambiente Marche con il patrocinio e il contributo di Comieco e con il patrocinio di: Provincia di Pesaro e Urbino, ARPAM, ANCI Marche, UNCEM Marche, Conai, CiAl, Consorzio Italiano Compostatori, COREPLA, CoReVe, Ricrea, Sartori Ambiente e SecondLife.

 

 

Prov. ATO RD% Procapite

(kg/ab*anno)

PU ATO 1 – Pesaro e Urbino 60,51 558
AN ATO 2 – Ancona 65,61 460
MC ATO 3 – Macerata 72,83 453
FM ATO 4 – Fermo 57,64 433
AP ATO 5 – Ascoli Piceno 55,83 532
Regione Marche 63,37 488

 

Comuni_Ricicloni_2015_2 Comuni_Ricicloni_2015_1

 

 

 

 

Condividi:

Rispondi