Piano triennale opere, Ricci e Biancani: «Arredo urbano, quartieri, scuole, bicipolitana»

Piano triennale opere, Ricci e Biancani: «Arredo urbano, quartieri, scuole, bicipolitana»

PESARO –  «Puntiamo su quattro direttrici per il 2015: riqualificazione centro-mare, quartieri, scuole e bicipolitana». Così Matteo Ricci e Andrea Biancani sul Piano delle opere pubbliche per il triennio 2015-2017. Nel programma degli interventi, approvato dalla giunta, si prevedono 7 milioni all’anno, per un totale di 21 milioni: «Le opere? Saranno finanziate tramite oneri o alienazioni. Che non saranno solo le classiche vendite perché, con il meccanismo degli appalti in permuta, in cambio del nostro bene chiederemo la sistemazione di un’area o una nuova opera pubblica». Si guarda poi alle «risorse proprie», con una precisazione: «L’auspicio è che la legge di stabilità sblocchi effettivamente parte dei fondi vincolati dal patto, senza penalizzarci troppo per la spesa corrente. Altrimenti, nei fatti, avremo a disposizione molto meno di sette milioni all’anno». In aggiunta, sul tema, «verificheremo dal 2015 anche gli effetti e i benefici dell’Unione dei Comuni che stiamo costituendo». Ma il Piano, in ogni caso, rimane uno «strumento strategico»: «Ci consente di programmare. E senza i progetti pronti non si intercettano le risorse messe a disposizione dai bandi regionali, statali e comunitari», per arrivare all’altra fonte di finanziamento.

Centro e mare. Lungo la direttrice largo Aldo Moro-piazzale della Libertà «la volontà, sul 2015, è la riqualificazione attraverso piccoli interventi mirati. Così ci concentriamo in tempi brevi sull’arredo urbano per spazi cruciali della città, anche in funzione dell’accoglienza turistica». In centro, contestualmente, si guarda ai contenitori culturali: «Dentro il Piano c’è la risistemazione del cortile di Palazzo Ricci. Ed entro la fine del prossimo anno ci sarà la riqualificazione di una parte della Biblioteca Oliveriana, con il nuovo spazio museale al piano terra». Non si rinuncia tuttavia alle colline e ai quartieri: «In agenda – annuncia Biancani – lavori di manutenzione e restyling nel borgo di Candelara, tramite appalto in permuta».

Bicipolitana.  Partirà a breve («entro poche settimane») il progetto per la ciclabile che collegherà Santa Maria delle Fabbrecce alla città, attraverso il collegamento con la nuova pista lungo la ferrovia. «E’ un investimento di 330mila euro per asfaltatura, illuminazione e pista. Lavori conclusi nei primi mesi del 2015». Non solo: «Per il 2015 le priorità sono la pista che congiunge Villa Fastiggi al Campus (importo di 200mila euro, ndr) e la realizzazione delle due rotatorie nevralgiche di via Goito e via Solferino, con relativo percorso ciclo-pedonale (investimento di 800mila euro, compresa l’asfaltatura, ndr). Opere attese da anni: si portano dietro benefici importanti per le piste e la viabilità». Spalmata sulla triennalità del Piano anche la ciclabile di Baia Flaminia. «E andiamo avanti con il ‘Progetto Fiume’ – ribadisce l’assessore -. Da un lato proseguiamo con la linea 3, che oggi termina al Galoppatoio, con l’obiettivo di estenderla in futuro fino a Borgo Santa Maria. In parallelo c’è la ‘riapertura’ dell’argine a destra del Foglia, con un percorso naturale, più che altro pedonale, che dal parco Miralfiore condurrà a Chiusa di Ginestreto».

Scuole. Con il 2015 scatterà l’intervento da 700mila euro destinato alla messa in sicurezza dell’impiantistica della Leopardi. «Risorse statali, ottenute grazie ai progetti pronti». Ma l’amministrazione comunale inserisce nel Piano un’altra ventina di azioni destinate alla manutenzione ordinarie degli altri istituti, «in particolare per la sicurezza e l’adeguamento sismico». Il documento, presentato in commissione, approderà in consiglio insieme al bilancio di previsione, entro la fine del 2014.

Condividi:

Rispondi