Pesaro, arrestato 39enne albanese per furto aggravato – VIDEO

Pesaro, arrestato 39enne albanese per furto aggravato – VIDEO

PESARO – E’ stato sorpreso, ieri sera, intorno alle 22, mentre tentava di rubare oggetti vari, e piccoli elettrodomestici all’interno di un’abitazione di Montelabbate, dove si era introdotto dopo aver forzato la porta di ingresso. Un 39enne albanese regolare sul territorio nazionale, e residente a Montecchio di Vallefoglia (PU), è stato arrestato in flagranza di reato perché ritenuto responsabile di tentato furto aggravato.
Bloccato da una pattuglia dei Carabinieri di Montecchio, è stato trovato vicino l’autovettura, mentre cercava di caricare la merce. Poi a seguito di un’accurata perquisizione, i militari sono riusciti a rintracciare un locale utilizzato dal 39enne, dove hanno rinvenuto e sequestrato attrezzi idonei allo scasso e varia refurtiva per un valore di euro circa 20.000,00 tra cui un generatore di corrente, una sega alternativa per macellazione, alcuni coltelli professionali da macellazione, numerose bottiglie di liquori, vino ed olio di oliva, tre seghe elettriche circolari, un trapano, tre motoseghe, un compressore, una bilancia professionale, una macchina professionale per sottovuoto, un tritacarne professionale, un’affettatrice professionale, otto taniche da 25 litri cadauna contenenti gasolio, quattro cellulari oltre ad alimenti congelati (quali vari chili di carne bovina, suina e cacciagione) e bevande confezionati.
Il tutto riguarda un precedente furto messo a segno nello stesso luogo circa un mese fa e parte di questa merce è già stata riconsegnata al legittimo proprietario, ma per la restante di cui l’albanese, rimane indagato per ricettazione, sono in corso degli accertamenti per individuarne i proprietari.
L’uomo ha patteggiato la pena a un anno di reclusione e il Giudice del Tribunale di Pesaro ha applicato nei suoi confronti la misura cautelare, dell’obbligo di dimora nella provincia di Pesaro e Urbino, con permanenza nell’abitazione durante le ore notturne.

Condividi:

Rispondi