Passeggiata del Lisippo, Pollegioni: pessima visuale e degrado totale

Passeggiata del Lisippo, Pollegioni: pessima visuale e degrado totale

FANO – Questa mattina percorrendo la passeggiata del Lisippo mi sono fermato a vedere il lavoro che è stato effettuato lungo il percorso . Personalmente sono rimasto meravigliato, non positivamente, per alcuni aspetti. Il colore marrone delle ringhiere e delle terrazze non è un belvedere per una passeggiata che si affaccia sul mare . Voglio sperare che per la prossima estate l’amministrazione comunale voglia preventivare un opera per dare un po’ di colore e renderlo accettabile e meno triste.
Fermandomi su una delle terrazze un cittadino , incontrato di passaggio, mi faceva notare che chi si siede nella apposita panchina, pensando di godere della veduta panoramica del mare, di fatto non vede nulla perché la visuale è ostruita dalle barriere che sorreggono la costruzione architettonica. Come si vede dalle foto, girandosi dalla parte opposta del mare, i cittadini seduti possono contemplare solo uno spazio recintato che testimonia il degrado più totale mentre solo in lontananza si vedono le imbarcazioni della Marina de Cesari.
Possibile che chi ha progettato quell’idea non abbia considerato e fatto delle prove per rendersi conto che forse bisognava fare qualche modifica ?
L’amministrazione comunale e l’ufficio tecnico non ha controllato quello che poteva essere il risultato della novità tanto testimoniata come una idea unica per coloro, come i turisti, che passeggiando piacevolmente in quel luogo potessero fermarsi e sedendosi sulle panchine ammirare la bellezza del mare e di ciò che circonda quella zona ?
Sarà il caso che si provveda a sistemare quello spazio inguardabile che testimonia un degrado che va ormai avanti da anni .
Forse è ora di pensare ad una Fano dove il degrado non esiste e dove si investe per rendere la città un vero salotto accogliente per coloro che scelgono di passare da noi le loro vacanze .

Stefano Pollegioni
Coordinatore di FDI Fano

Condividi:
  1. Al di la della passeggiata del Lisippo, progettata fin dall’inizio in maniera sconcertante, sarebbe stato il caso di valutare la riqualificazione dell’attuale porto commerciale a porto turistico creando una continuità tra Sassonia e Lido . Penso che i turisti naviganti sarebbero stati ben più felici di scendere dalle proprie barche ed accedere direttamente alla città attraverso una passeggiata (viale adriatico tra pesce azzurro e bar del porto) che si sarebbe di certo rivitalizzata grazie ad un incoraggiamento intrinseco ai privati, che avrebbero sicuramente investito in nuovi esercizi commerciali riqualificando parte della zona Sassonia oramai bisognosa di un nuovo decoro urbano.
    Il porto Commerciale avrebbe trovato una posizione più naturale e consona nell’attuale marina dei cesari…….e non si dica che i pescaggi non erano adeguati etc (i problemi tecnici sono sicuramente sormontabili)……in tutto il mondo i porti turistici sono a ridosso delle attrazioni turistiche e non rilegati tra i cantieri navali e passeggiate nel “nulla”…….

    Rispondi

Rispondi